domenica, Luglio 21, 2024
HomeNewsAddio Guido Mancini. Il mago della moto...e dei piloti

Addio Guido Mancini. Il mago della moto…e dei piloti

L’estate che ci sta per aggredire la pelle si apre con una brutta notizia: dobbiamo dire addio a Guido “Mago” Mancini, spentosi ad 85 anni. Ma perché questo soprannome?

Brutto dire addio ad un grande come Guido Mancini

Guido Mancini nasce nel 1938 a Pesaro. Come sono solito definirla, una Rimini pittoresca che non ci ha creduto abbastanza, soli 30 km più sud. Dialetto similare e stessa passione per le moto. Tanto per dire, ci sono cresciuti sia Graziano che Valentino Rossi.

Il nostro Guido nasce nell’incubatrice del II° Conflitto Mondiale. La fine del quale darà all’Italia quel boost (anche economico) per cercare la propria indipendenza, liberarsi dalle scorie della dittatura ed iniziare a sognare quel florido periodo chiamato Boom Economico a cavallo tra gli anni ’50 e ’60. La gente ha voglia di divertirsi e lo farà anche in moto.

Non è mai troppo tardi

Appassionato di motociclismo, Guido esordisce su pista alla fine degli anni ’60. Una follia se pensiamo che oggi, a quell’età, mediamente ci si ritira. Ma erano i tempi in cui un pilota doveva essere anzitutto un bravo meccanico, nonché sarto per se stesso.

Addio Guido Mancini - 125-min

Le 6 stagioni disputate nel Motomondiale tra il 1973 ed il 1980 sono piuttosto discontinue. Le piccole 50 da gran premio avevano motori molto tirati ed al limite con la componentistica. Grippaggi, guasti meccanici (le due dita costantemente sulla frizione ne erano una prova). Mancini fa di necessità virtù e scopre la sua vera vocazione nella vita.

Come un pittore

Guido Mancini diventa un meccanico preparatore. Riesce a costruire di sana pianta i prototipi con i quali diversi piloti correranno nei campionati minori. Un esempio? La 125 con la quale Loris Capirossi disputerà la sua prima stagione nel mondo delle gare nel 1988.

Addio Guido Mancini - Capirex-min

Aneddoto curioso dall’autobiografia di Loris Capirossi La mia vita senza paura: pochi giorni prima della tappa di Misano, il garage del meccanico va a fuoco. In circa due giorni, lavorando da mattina a sera, notte compresa, Mago Mancini sarà in grado di portare sul tracciato della Riviera una moto per Capirex. Che l’anno dopo correrà nell’Europeo 125 e quello ancora dopo sarà Campione del Mondo 125 all’esordio.

Save me now

Mentre nel 1994 un cantante jamaicano di nome Andru Donalds incantava il Sud America con la sua Save me now, Guido Mancini salverà un talentuoso giovane figlio d’arte: Valentino Rossi. Già impegnato nel campionato Sport Production 125 (che vincerà in maniera controversa), vuol cimentarsi anche nella ottavo di litro dell’Europeo.

Addio Guido Mancini - Vale-min

Caspita, mica facile: ci vuole una moto da Gran Premio. Ben più leggere e veloci delle stradali, queste 125 sono giochi delicati. Al che, Mago Mancini aggira il problema: anziché seguire Vale nella messa a punto, gli costruisce una moto artigianale. Una Sandroni. Tra le facce perplesse del pilota ed il risentimento di Claudio Lusuardi, quel ragazzino debutterà nel Motomondiale 2 anni dopo. Vincendo il suo primo titolo mondiale nel 1997.

Ma Dovi vai?

“Tanto oramai sei mia. Cantava Vasco in quell’ultima estate con le lire. E proprio mentre l’Italia era invasa dai TGR dell’ultima ora per quanto successo alle Twin Towers, un giovane forlivese conquistava il Campionato Europeo 125, sotto l’occhio vigile di Guido: il suo nome è Andrea Dovizioso.

Addio Guido Mancini - Dovi-min

Nel 2004, i videofonini e le prime videochiamate la fanno da padrone ed è presumibilmente con quella che Michele Pirro annuncerà a papà e mamma, saggiamente rimasti a San Giovanni Rotondo (FG) la vittoria del Campionato Europeo 125. Ovviamente, con la postilla “grazie anche a Guido Mancini”.

Addio al Mago Guido Mancini

Pare che Guido abbia assistito ed organizzato il primo test di Franco Morbidelli su una GP. Nel 2006, a 12 anni non ancora compiuti. Una follia, che però ci fa capire quanto occhio potesse avere un tecnico ed un pilota come lui.

Addio Guido Mancini - Close-min

Un uomo che lascia anche l’eredità culinaria della piadina con le verdure gratinate (prima di storcere il naso, provatela). Ed un background di conoscenza motoristica da far invidia agli ingegneri più preparati. Dopotutto, nessuna immaginazione può andare oltre la tecnica, ma solo la magia può cavarne fuori il 100%.

Addio Mago Mancini, l’arte sia con te!

Federico Trombetti
Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Crash Alex Lowes WorldSBK Most 2024-min

Crash Alex Lowes Most 2024. Pressione o compressione?

0
Gara 1 del WorldSBK 2024 a Most si è conclusa con un crash per Alex Lowes. Si è trattato di pressione psicologica o un...
Petrucci WorldSBK Most 2024-min

WorldSBK Most 2024: grande Petrucci sul podio!

0
Danilo Petrucci chiude Gara 1 del WorldSBK a Most al 2° posto: il suo miglior risultato del 2024. Sarà questa la chiave per il...
Linus incidente in Vespa-min

Piccolo incidente in Vespa per Linus a Milano. Galeotta fu la buca

0
Il conduttore radiofonico Linus ha avuto un piccolo incidente a Milano in sella alla sua Vespa. Nessun pericolo per lui, che infatti racconta (e...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.