mercoledì, Maggio 22, 2024
HomeNewsBMW vuole Andrea Iannone nel 2025. Ma sta bene dove sta!

BMW vuole Andrea Iannone nel 2025. Ma sta bene dove sta!

Secondo alcune indiscrezioni di Radio Paddock, sembra che BMW abbia messo gli occhi su Andrea Iannone per il 2025. L’offerta è già arrivata? Ed in tal caso, come la valuterebbe il pilota?

Perché Andrea Iannone dovrebbe andare in BMW dal 2025?

Il rientro in pista del pilota di Vasto (CH) non è passato inosservato. Al pari del suo personaggio, ha anzi suscitato molto clamore. Partenza da manuale ed una cattiveria nella guida che non gli vedevamo dal biennio 2015-2016. Se poi pensiamo che tutto ciò avvenga con una validissima moto, gestita però da un team privato, è logico pensare che qualcuno si interessi a lui.

Qualcuno che sta rivedendo un progetto nato male. Ma che, come hanno dimostrati gli interpreti giusti, ha del potenziale per vincere. Qualcuno che, per questa operazione, potrebbe sborsare cifre importanti.

Io dico di sì

Pensiamoci un secondo: Andrea non sta dicendo addio al progetto della vita. Salvo stravolgimenti, Ducati non scommetterà mai su di lui. Con Nicolò Bulega on fire per il titolo mondiale, per giunta 10 anni più giovane di Iannone, non sembra esserci spazio per lui nel team factory. E se deve andare in un altro team satellite, tanto vale restare dov’è.

E poi si metterebbe alla prova: scommetterebbe su un progetto nel quale credono più che altro i sognatori. Avrebbe una moto in grado di valorizzare la sua guida rotonda e scorrevole. Forse più della Panigale V4R che invece valorizza le ripartenze e la stabilità sul veloce.

Io invece dico di no!

Vi ricordate di Scott Redding? Nel biennio 2020-2021 ha corso per Ducati (team factory, però) e quando, dal 2022, è entrato in BMW è passato dal giocarsi il titolo mondiale alla metà classifica. E non si badi troppo ai podi di Donington Park: trattasi di eventi occasionali, derivanti più che altro dalla profonda conoscenza del campo.

Andrea Iannone ha la sua stessa fisicità nella guida. E, che mi sia concesso, una personalità altrettanto straripante. Questo non sembra piacere ai tedeschi (e neppure agli italiani). Che, nella sommessa grinta di Toprak Razgatlioglu hanno trovato una potenziale ricetta del successo. Due rischiano già di essere troppe.

Federico Trombetti
Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

CFMoto 500SR Voom-min

CFMoto 500SR Voom. Leggete che motore ha!

0
CFMoto ed il tuner Modena40 lanciano la 500SR Voom: un progetto eclettico, forse indefinito, ma molto fascinoso. E poi con quel motore... CFMoto 500SR Voom:...

Royal Enfield Him-E. Praticamente una Himalayan elettrica che…

0
Royal Enfield ufficializza la produzione della Him-E: una versione elettrica della fortunata Himalayan che arriverà nel 2027. D'altronde ce la ricordiamo dallo scorso EICMA. Royal...
Honda Africa Twin radar telecamere-min

Sulla Honda Africa Twin arrivano la telecamera ed i radar

0
Africa Twin è il non plus ultra della moto versatile, per giunta prodotta da Honda: e se vi dicessimo che adesso avrà anche una...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.