lunedì, Maggio 20, 2024
HomeSportMotoGPBrembo MotoGP Portimao 2024. Lusail era troppo piatta?

Brembo MotoGP Portimao 2024. Lusail era troppo piatta?

Brembo ci parla oggi di come la MotoGP utilizzi i freni durante la prima gara europea del 2024 sul tracciato portoghese di Portimao: forse il più ingannevole del campionato. Come vedremo, infatti, ci sono molti punti che valorizzano poco gli attributi della moto, ma molto di più quelli del pilota.

Brembo la MotoGP 2024 a Portimao

Il tracciato portoghese è mediamente impegnativo per i freni (livello 3 su 6, secondo le stime dei tecnici Brembo). Se le curve del tracciato sono 15, solo in 10 di esse viene chiamato in causa l’impianto frenante, per un totale di 32″ al giro. In un confronto improvvisato con il WorldSBK, diremo che quest’ultimo li impegna per meno di 31″ al giro.

D’altronde, le velocità sono sensibilmente inferiori e la velocità di percorrenza tra le 2 categorie è simile. Questo significa che Portimao sia una pista tendenzialmente scorrevole, ma in questa stima manca di un dettaglio importante.

força e coragem

Questa pista è infatti caratterizzata da molti ed evidenti saliscendi. Non c’è tregua per i piloti, costretti a cambiare direzione rapidamente, nonostante le velocità molto alte. Anche l’elettronica della moto fa gli straordinari, con l’anti-wheelie costretto a tagliare cavalli per evitare le impennate (ovviamente, si vedono per questo motivo traiettorie “curiose”).

E quando finalmente si arriva al punto di staccata, quest’ultima avviene spesso a moto inclinata o direzionata verso la curva successiva.

Punto di scoppio

C’è solo una frenata impegnativa. Altre 8 sono leggere. La più difficile è alla curva 1: le MotoGP vi arrivano a 336 km/h (ma spesso si superano i 340) e si frena per meno di 5″ fino ai 120 km/h in 260 metri circa. Ma tutto ciò avviene in una discesa olimpionica. Questo porta la pressione del liquido freno a superare i 14 bar! E’ un punto in cui gli spettatori vedranno molti sorpassi e…controsorpassi.

Si, perché il rischio di andare larghi ed essere nuovamente superati è altissimo. Ricordate cosa successe lo scorso anno tra Marc Marquez, Jorge Martin e Miguel Oliveira?

Federico Trombetti
Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Ducati Monster Ayrton Senna

Ducati Monster Ayrton Senna: un tributo a una Leggenda

0
Ducati presenta con orgoglio il Monster Ayrton Senna, una speciale edizione da collezione che celebra il leggendario pilota brasiliano e la sua straordinaria carriera....
Test WorldWCR Cremona 2024-min

Test WorldWCR Cremona 2024. Ana Carrasco primera

0
Ana Carrasco chiude in testa i test del WorldWCR 2024 a Cremona. 2° posto per la nostra Roberta Ponziani seguita da Sara Sanchez. Campionato...
Luca Marini MotoGP 2024-min

Nella MotoGP 2024 chi vorrebbe essere Luca Marini?

0
Nella MotoGP 2024, sembra che la vera gara sia alla ricerca di una sella per l'anno prossimo: che posizione ricopre Luca Marini? Ne comoda,...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.