mercoledì, Maggio 22, 2024
HomeSportMotoGPBuon Compleanno Marc Marquez. 29 anni + 2 di esperienza

Buon Compleanno Marc Marquez. 29 anni + 2 di esperienza

Questo soleggiato 17 di Febbraio ci ricorda di fare gli auguri di buon compleanno a Marc Marquez che oggi spegne 31 candeline. Il suo fisico è pronto a farlo combattere e lui…figuriamoci se si tira indietro.

Buon Compleanno Marc Marquez

Il cannibale della MotoGP negli ultimi anni compie oggi 31 anni. Un età relativamente modesta, che conserva l’irruenza e la fame della gioventù ma che include, nel contempo, una maggior esperienza e consapevolezza. Dopotutto, per uno sportivo non sono pochissimi. Come pochissimi sono i piloti che riescono a correre con successo oltre i 35 anni. Per cui, facciamo gli Auguri a Marc Marquez.

30 anni intensi

Marc Marquez nasce il 17 Febbraio 1993 a Cervera: un paese di 10.000 anime sulle colline Catalane, dove tuttora risiede sia lui che suo fratello Alex. Sin dalla più tenera età, Marc partecipa a diversi campionati d’accesso,mettendo in luce un grande talento.

Nonostante l’atavica insofferenza tra Spagna e Catalogna, la federazione spagnola investe molto sul giovane Marc e sin dai primi passi in pista, guadagna l’appoggio di Repsol: la compagnia petrolifera che tutt’ora sponsorizza il team Honda Factory in MotoGP.

Vamos a Ganar

Al suo ingresso al motomondiale, nel 2008, gareggia nella classe 125. Il primo anno è puramente conoscitivo; nel 2° arrivano le prime pole position. Nel 2010 Marc vince 10 gare e diventa Campione del Mondo della 125, a 17 anni.

L’anno successivo passa in Moto2: alcune gare di rodaggio, dopodichè inizia a lottare per il titolo mondiale. Un incidente sulla pista di Sepang lo estromette dalla vittoria iridata, che otterrà Stefan Bradl. L’occasione giusta arriva l’anno successivo: nel 2012, Marc alterna vittorie nette a bagarre estreme e vince il suo 2° titolo mondiale.

(Com)promiso

Nel 2013 Marquez passa in MotoGP, nel Repsol Honda team al fianco di Dani Pedrosa. Nel GP inaugurale in Qatar, lotta da subito con il team-mate; alla 2° gara, ad Austin, arriva la 1° vittoria nella classe regina. Altre vittorie, combinate agli errori altrui fanno sì che Marc diventi Campione del Mondo di MotoGP al debutto. L’anno successivo è un dominio brutale, a senso unico: Marquez vince 13 gare (di cui 10 consecutive) su 18.

La sua guida è estrema. Marc è solito staccare dove le leggi delle dinamica suggerirebbero altri sport. Sopratutto, il suo punto di forza è il cambio di direzione rapido (non è un caso che ad Austin non ce ne sia per nessuno). In questo modo, può raddrizzare prima la moto ed accelerare più progressivamente. Il suo rapporto con il limite è confidenziale. Spesso cade in prova per esplorare la zona grigia tra errore Molti piloti dovranno ispirarsi a lui ed alla sua nuova concezione di motociclismo.

Un compartir

Il 2015 inizia negativamente per Marquez: la moto è troppo irruente. Nonostante alcune vittorie d’autorità, Marc cade spesso ed a fine stagione gli zeri sono 6. Il rapporto con Valentino Rossi, dapprima amichevole e conviviale, si incrina negativamente in pista, ed inevitabilmente, fuori. A fine stagione, i 2 non si rivolgono più la parola. E’ la storia di tutte le rivalità sportive: solo una persona può sedere sul trono del vincitore.

Dal 2016, Marc riprende la marcia trionfale verso la gloria e vincerà altri 4 mondiali di fila. Ormai sono ben 8 gli iridi nella sua bacheca. Ad un passo da Valentino Rossi, 9 volte Campione del Mondo. Nessun rivale sembra in grado di impensierirlo.

Edad Media

Per 3 anni di fila, Andrea Dovizioso si posizionerà 2° in classifica generale. Nel frattempo, i 2 piloti Yamaha, Maverick Vinales prima e Fabio Quartararo poi, cercheranno di batterlo. Tentativo rispedito al mittente. La gara di Assen 2018 descrive bene la MotoGP ai tempi di Marc Marquez. Per quanti possano stuzzicarsi in classifica, la bandiera a scacchi di Valencia è ancora sua.

La stagione 2020 gli porterà un nuovo compagno di squadra: il Campione del Mondo in carica della Moto2 Alex Marquez. Si, proprio suo fratello. Purtroppo, nella gara inaugurale di Jerez de la Frontera, Marc dovrà scegliere: lasciar andare Fabio Quartararo o prenderlo. Dopo un lungo nelle prime curve, rimonterà sugli avversari come fossero birilli. Ma l’essere un campione gli sarà fatale. Mentre è comodamente 3°, Marc Marquez cade. E stavolta non sarà come le altre.

Risorgimento

Marc subisce un operazione dal Dottor Mir di Barcellona. Ma la riabilitazione presenta un mare di criticità. In buona sostanza, il Cabroncito resterà a casa per l’intera stagione. Al suo rientro nel 2021, la sua guida è cambiata: la posizione in sella è meno naturale e vediamo che il pilota si concentra sul tenere la moto dritta il più possibile. Invariata la voglia di combattere con sorpassi al limite.

Nel GP del Sachsenring 2021 torna alla vittoria portando a ben 10 i successi consecutivi sul toboga tedesco. Si ripeterà anche ad Austin e Misano. Il 2022 è un crogiolo di operazioni e rinvii ma alla base di tutto c’è la voglia di tornare lì davanti.

Risanamento

Nel suo documentario All in egli racconta di una sua visita al reparto corse di HRC. Alla vista di un responsabile, dice di aver indicato i copiosi punti sul braccio dicendo: “Vedete questo? Non l’ho fatto per divertirmi, ma per vincere”. Purtroppo, per una serie di motivi, Marc e la Honda non vinceranno più insieme. Nel 2023 partirà senza tanti ritegni: gas aperto e, come va, va.

Ma in cantiere c’è un opportunità di quelle buone. Una Ducati Desmosedici del team Gresini dove, nel frattempo, c’è già suo fratello. Ecco di nuovo la possibilità di lottare per la vittoria, con una moto competitiva. Una sfida interessante, con tanto di gestione famigliare nel box.

Buon Compleanno Marc Marquez

Ed in questo 2024, Marc vincerà, oppure perderà, ma sicuramente s’impegnerà e ci crederà. Ciò basta ed avanza: i Campioni come lui non mollano mai.

Buon Compleanno Marc Marquez

Federico Trombetti
Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

CFMoto 500SR Voom-min

CFMoto 500SR Voom. Leggete che motore ha!

0
CFMoto ed il tuner Modena40 lanciano la 500SR Voom: un progetto eclettico, forse indefinito, ma molto fascinoso. E poi con quel motore... CFMoto 500SR Voom:...

Royal Enfield Him-E. Praticamente una Himalayan elettrica che…

0
Royal Enfield ufficializza la produzione della Him-E: una versione elettrica della fortunata Himalayan che arriverà nel 2027. D'altronde ce la ricordiamo dallo scorso EICMA. Royal...
Honda Africa Twin radar telecamere-min

Sulla Honda Africa Twin arrivano la telecamera ed i radar

0
Africa Twin è il non plus ultra della moto versatile, per giunta prodotta da Honda: e se vi dicessimo che adesso avrà anche una...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.