giovedì, Gennaio 21, 2021
Home Sport MotoGP Cal Crutchlow si ritira. Thank you for riding

Cal Crutchlow si ritira. Thank you for riding

Alcuni lo davano quasi sicuramente in Aprilia al posto di Andrea Iannone. Altri gioiscono sapendolo collaudatore Yamaha. Altri ancora lo avrebbero voluto in pista per sempre. Ormai la decisione è presa: a 35 anni, Cal Crutchlow si ritira. Una decisione che il pilota britannico ha maturato da tempo.

British Superbiker

Cal Crutchlow nasce il 29 Ottobre 1985 a Coventry (ENG). Da bravo pilota britannico, segue l’iter del British Superbike a partire dalle categorie minori. Nel 2000 debutta nel Campionato Aprilia RS 125 Challenge, dove corrono anche Chaz Davies ed un temibile australiano di nome Casey Stoner. Passa successivamente alla categoria Supersport, quindi Superbike di tale campionato.

Cal Crutchlow si ritira - 2009

Nel 2009 debutta nel mondiale Supersport a bordo di una fiammante Yamaha YZF-R6. I segreti imparati in un campionato selettivo come il BSB, uniti all’assoluta competitività del mezzo rendono trionfale la stagione. Cal Crutchlow è Campione del Mondo di Supersport 2009.

Il passaporto inglese gli spalanca le porte del team Yamaha Sterilgarda in WorldSBK. Per lui c’è la Yamaha YZF-R1 Crossplane con la quale Ben Spies ha vinto il mondiale. Cal non riuscirà nell’impresa, ma impensierirà avversari come il Campione Max Biaggi. E proprio al pari di Ben Spies, nel 2011 debutta nel team Tech3 in MotoGP.

Eye of the tiger

Cal Crutchlow è un pilota veloce, caparbio, aggressivo. Quando suoi occhi spiritati focalizzano un avversario, la mano agisce con decisione sulla manopola del gas. Il British Superbike gli ha insegnato a stare composto sulla moto (dote ancor più evidente in Jonathan Rea). Nel Paddock poi, Cal mantiene questo suo approccio: disponibile e guascone nei momenti di svago. Come quando, negli Winter test entrò in pista con il suo Smartphone nel casco per riprendere un giro onboard (ovviamente, i funzionari Dorna vietarono la pubblicazione del contenuto). O come quando un mattino, infreddolito, si coprì con le termocoperte destinate alle Michelin della sua moto.

Nel contempo, Cal sa essere tagliente e spregiudicato in caso di necessità. Il suo amore per l’Italia è confermato dall’acquisto di una casa a Quarrata (PT), nelle colline toscane tra terme, carne squisita ed ottimo vino. Con il team Tech3 resterà fino a fine 2013. Anno in cui conquisterà 1 pole position ad Assen ed un 2° posto al Sachsenring, mentre stava rimontando su Marc Marquez. L’ingaggio è di circa 300.000 euro; il team ufficiale Ducati è pronta ad offrirgli 2 milioni e mezzo di euro per il 2014.

Back to the roots

A tanto denaro non corrispondono condizioni altrettanto invitanti: la Desmosedici GP14 ha ancora molta strada davanti a se. Il neo-arrivato ingegner Gigi Dall’Igna non sembra credere molto in lui. Alla fine di una stagione disastrosa, il pilota britannico e l’azienda emiliana si separeranno. Per Cal Crutchlow, è previsto un ritorno alle origini.

Il team LCR di Lucio Cecchinello, avrebbe una Honda RC213V libera ed uno sponsor che preme per avere un pilota inglese nel suo organigramma. Dal 2015, Cal Crutchlow si stabilisce nel team italiano. La Honda sviluppata sulla guida di Marc Marquez è un cavallo imbizzarrito che non si addice a nessun altro scudiero. Cal distruggerà parecchie carene, ma a Brno 2016 arriva la 1° vittoria in MotoGP.

Cal Crutchlow si ritira - Brno 2016

Un doppio successo per pilota e team. La magia si ripeterà a Phillip Island e nella pazza gara di Rio Hondo 2018. Cal Crutchlow è ormai un pilota completo: ha corso nei più importanti campionati motociclistici della storia; guidato le moto più belle ed interessanti della MotoGP dove ha anche vinto alcune gare. Sposato con Lucy e papà della piccola Willow, a fine 2020 ritiene di non aver più molto da dire.

Happy ending

Nel 2021, Cal sarà collaudatore per Yamaha in MotoGP. La stessa Yamaha che lo portò nel 2009 sul tetto del mondo. Quella Yamaha che lo introdusse in Superbike e con la quale successivamente debuttò in MotoGP. In più, dal prossimo anno HRC sposterà nel team LCR l’ufficiale Alex Marquez.

Cal Crutchlow si ritira - Dovi

Cal Crutchlow si ritira e lo fa con la miglior celebrazione: nella Conferenza Stampa del GP di Portimao, avversari e compagni di squadra come Jack Miller ed Andrea Dovizioso, lo ricordano come un simpatico guascone. In pista, correrà la sua ultima gara come se avesse 20 anni di meno e ad osservarlo ci fosse qualche talent scout. E se un domani dovesse tornare in pista a tempo pieno, avrà un ricco C.V. da portare in dote.

See you soon!

Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Triumph 765 Supersport 2021

Triumph 765 Supersport 2021. In pista da Maggio

0
In realtà anche da prima. Sin dai primi test per il British Supersport 2021, andrà in pista la Triumph 765 3 cilindri. Si punta...
Zona Rossa Lombardia

Zona Rossa Lombardia. Fino al 31 gennaio o forse meno?

0
Purtroppo la zona rossa in Lombardia rimane appesa alla decisione del Tar. Il ministro della Salute Roperto Speranza ha smentito il fatto che potrebbero...
Ducati MotoGP 2026 (2)

Ducati in MotoGP fino al 2026. Il sogno si rinnova

0
Dal suo 1° mondiale in MotoGP nel 2007, Ducati ha sempre sognato di tornare a vincere un titolo: avrà tempo fino al 2026 per...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.