mercoledì, Settembre 28, 2022
HomeSportMotoGPCalendario aggiornato MotoGP 2020. Si parte il 5 Aprile

Calendario aggiornato MotoGP 2020. Si parte il 5 Aprile

In questi giorni, la fa da padrone il clima di terrore per il Coronavirus. Molti voli vengono bloccati; ogni appuntamento salta; ogni impegno passa in secondo piano. E se l’economia italiana (e non solo) è in ginocchio, non fa eccezione la MotoGP, il cui organigramma è composto per il 30% da italiani. In seguito all’annuncio del posticipo del GP della Thailandia, è stato aggiornato il calendario della MotoGP 2020. Il Gran Premio d’Aragona verrà spostato al fine settimana del 27 settembre; la Domenica successiva, i piloti saranno impegnati sulla pista di Buriram per disputare il GP della Thailandia, il 4 Ottobre.

Calendario della MotoGP 2020 aggiornato

L’8 marzo in Qatar assisteremo alla gara inaugurale della Moto3 e della Moto2 mentre vedremo i piloti della massima categoria iniziare il campionato ad Austin, il 5 Aprile 2020. Restano invariate le altre date, quindi torneremo a vedere i piloti della MotoE a partire dal GP di Spagna sul Circuito de Jerez – Angel Nieto. Da Maggio si torna in Europa dove, si diceva un tempo “inizia davvero il Mondiale“. Ci attenderà una grande novità del 2020: il GP di Finlandia dal 10 al 12 Luglio, sulla nuovissima pista del KymiRing. Il paese scandinavo, forte di una lunga tradizione motociclistica, torna ad essere protagonista nel calendario del MotoGP. Si chiuderà con il trittico asiatico, che inizierà il 16 di Ottobre in Giappone e finirà il 1° di Novembre a Sepang. Il palcoscenico del Gran Finale sarà Ricardo Tormo di Valencia, dal 13 al 15 Novembre.

Senza fretta ma senza sosta

Questa variazione sconvolge, da un lato, i programmi stagionali; dall’altro, accresce l’attesa per l’anno che verrà. Certamente non cambieranno i progetti dei piloti, semplicemente dovranno svolgerli più alacremente: non ci si potrà permettere il minimo errore, non si potranno lasciare punti preziosi per strada. Occorrerà sapersi accontentare, quando necessario: il punto è che i piloti professionisti sono al loro attuale livello per la loro ambizione, non certo per le loro rinunce. Sarà quindi un campionato più combattuto, aperto, intrigante per gli spettatori. Ci auguriamo che non tutto il male sia venuto per nuocere.
Speriamo che il sito ufficiale della MotoGP ed altre fonti mediatiche rafforzino questa teoria.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Brixton Cromwell 1200 prova

Brixton Cromwell 1200 prova. Don’t speak British

0
Il nome potrebbe trattare in inganno. Ed in effetti di british c’è poco o niente, se non uno stile che ricorda le classiche scrambler...
Patente moto

Novità per la Patente moto: un corso al posto dell’esame di guida

0
Sono in arrivo grandi novità per gli appassionati di moto: la legge del 5 agosto numero 108 ha introdotto alcune modifiche all’attuale disciplina per...
Moto Morini Granpasso 1200-min

Moto Morini Granpasso 1200. A scuola dalla Tracer

0
Moto Morini deposita un brevetto della Granpasso 1200. Subito diramata sul web, la bozza presenta vaghe analogie con la Yamaha Tracer. La Moto Morini Granpasso...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.