mercoledì, Maggio 22, 2024
HomeMarchiBMWCambio automatico BMW. Questo è proprio carino!

Cambio automatico BMW. Questo è proprio carino!

BMW si è messa a lavoro su una nuovo tipo di cambio automatico. Mentre il consumatore medio storce il naso, loro…piegano la concorrenza. Anche perché nessuno di loro sembra disposto ad aspettare.

BMW si mette a lavoro su un nuovo cambio automatico

La casa bavarese non molla l’osso. Dopo il colpaccio di aver portato Toprak Razgatlioglu tra le sue fila nel WorldSBK (e presto arriverà anche Andrea Iannone), si rimette a lavoro anche sulla strada. E in seguito al crescente successo della GS 1300, vuole inserire nella sua gamma un nuovo tipo di cambio automatico.

Il suo nome è ASA (Automated Shift Assistant). Non c’è il rischio che qualcuno storca il naso e si rivolga ad altri brand? Forse è più possibile che si sposti su BMW proprio per questo motivo.

Spiegami come funziona

Questo cambio funziona esattamente come un automatico classico: la frizione elettro-attuata “decide” quanto dover slittare e far salire i giri in partenza. In più si accoppia al motore in partenza, per poi disaccoppiarsi quando ci si ferma. In questo assomiglia al classico variatore degli scooter. Ma per il resto, ci sono enormi differenze (meno male).

Per il resto, modalità automatica quando ci si vuole consegnare mani e piedi al comfort. Oppure modalità M, con la quale poter cambiare le marce tramite la nota leva a pedale. Attenzione, però: quando il sensore rileva un numero di giri troppo basso, viene scalata automaticamente una marcia per non gravare fluidità di marcia (e la meccanica).

Mi ama o non mi ama?

Alla fine, dove posizioniamo l’indice di gradimento del consumatore medio? Gli piacerà o non gli piacerà questa nuova invenzione? Si tratta di un compromesso che non piace ai puristi della guida che amano sentire i dentini della frizione connessi alla ruota posteriore.

Ma tutti gli altri ne troveranno un grande beneficio: la possibilità di combinare il comfort (che le creature di Monaco riescono ad offrire con mezzi d’ogni fascia di prezzo) ad una guida comunque gradevole e controllata che solo il cambio manuale e la leva a pedale riescono ad offrire. Insomma, direi che l’esperimento sociale potrebbe riuscire.

Federico Trombetti
Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

CFMoto 500SR Voom-min

CFMoto 500SR Voom. Leggete che motore ha!

0
CFMoto ed il tuner Modena40 lanciano la 500SR Voom: un progetto eclettico, forse indefinito, ma molto fascinoso. E poi con quel motore... CFMoto 500SR Voom:...

Royal Enfield Him-E. Praticamente una Himalayan elettrica che…

0
Royal Enfield ufficializza la produzione della Him-E: una versione elettrica della fortunata Himalayan che arriverà nel 2027. D'altronde ce la ricordiamo dallo scorso EICMA. Royal...
Honda Africa Twin radar telecamere-min

Sulla Honda Africa Twin arrivano la telecamera ed i radar

0
Africa Twin è il non plus ultra della moto versatile, per giunta prodotta da Honda: e se vi dicessimo che adesso avrà anche una...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.