sabato, Luglio 20, 2024
HomeNewsCambio manuale automatico Yamaha: la rivoluzione nella guida sportiva

Cambio manuale automatico Yamaha: la rivoluzione nella guida sportiva

Yamaha presenta il nuovo sistema di cambio manuale automatico Yamaha, destinato a rivoluzionare l’esperienza di guida sportiva.

Pioniera nell’innovazione motociclistica, Yamaha continua a stupire con il suo approccio tecnologico all’avanguardia. Seguendo la filosofia Jin-Ki Kanno, che enfatizza il piacere di una guida in simbiosi con la moto.

Il nuovo cambio manuale automatico Yamaha (Y-AMT)

Il nuovo sistema di cambio automatico Yamaha, chiamato Yamaha Automated Manual Transmission (Y-AMT), segna l’inizio di una nuova era per la casa motociclistica giapponese.

Questo avanzato sistema di trasmissione offre ai piloti la possibilità di godere di una guida sportiva coinvolgente, grazie alla doppia modalità manuale o automatica.

Il Y-AMT consente cambi di marcia rapidi e precisi, migliorando la concentrazione del pilota su altri aspetti cruciali della guida come accelerazione, frenata e angolo di inclinazione.

Cambi rapidi e precisi

Con il cambio automatico Yamaha, il cambio di marcia avviene con la semplice pressione di un pulsante. Le mani, grazie alla loro connessione tattile superiore con il cervello, permettono cambi più veloci e precisi rispetto all’uso dei piedi.

Il pedale del cambio non è più necessario, permettendo al pilota di mantenere una posizione del corpo ottimale e una migliore distribuzione delle masse sulla pedana, migliorando il controllo della moto, specialmente in curva.

Modalità manuale ed automatica

Il cambio automatico Yamaha Y-AMT offre due modalità di funzionamento: manuale (MT) e automatica (AT). In modalità MT, i cambi di marcia sono effettuati tramite due leve posizionate sul manubrio: una per le marce superiori e una per le marce inferiori.

Questo sistema, progettato per essere utilizzato con i guanti, consente cambi rapidi e precisi con un minimo movimento delle dita. La modalità AT, invece, offre due programmi selezionabili: “D+” per una guida sportiva e “D” per una guida più rilassata, adatta ai lunghi viaggi o al commuting urbano.

Innovazione tecnologica

Il cambio automatico Yamaha Y-AMT utilizza due attuatori elettrici che svolgono le funzioni tradizionalmente eseguite dalla mano sinistra e dal piede del pilota. Questo sistema pesa solo 2,8 kg, mantenendo il design compatto e leggero della moto.

In combinazione con il sistema di controllo dell’acceleratore “ride-by-wire” YCC-T di Yamaha, le modalità di guida intercambiabili e le funzioni di cruise control, il Y-AMT offre un’esperienza di guida versatile e adattabile a ogni tipo di percorso.

Filosofia Jin-Ki Kanno

Il cambio automatico Y-AMT è un perfetto esempio della filosofia Jin-Ki Kanno di Yamaha, che mira a creare un rapporto armonioso tra pilota e moto. Questo sistema offre un’esperienza di guida più coinvolgente.

Consente quindi ai piloti di concentrarsi sugli aspetti più emozionanti della guida e offrendo la sensazione di Kando, la profonda soddisfazione provata di fronte a un prodotto di eccezionale valore e qualità.

Caratteristiche tecniche del cambio automatico Yamaha

Yamaha è pronta a introdurre il sistema Y-AMT in una serie di modelli nel prossimo futuro, integrando questa innovazione nella guida sportiva, nei viaggi e negli spostamenti urbani. Preparati a una nuova dimensione di guida con il cambio automatico Yamaha, dove la tecnologia e la passione per la moto si incontrano per offrire un’esperienza di guida senza precedenti.

Caratteristiche principali:

  • Cambio manuale tramite leva azionata manualmente
  • Due modalità di cambio automatico: D+ (sportivo) e D
  • Frizione e cambio automatici azionati da motore elettrico
  • Peso di soli 2,8 kg
Thomas Bressani
Thomas Bressani
Thomas Bressani vive e nasce a Milano nel 1983, città di cui ne sente strettamente i legami. Per lui tutte le strade portano, ed escono per fortuna, da questa città. Affascinato da tutto ciò che lo circonda e dal mondo creativo, frequenta il liceo artistico e succesivamente l'Accademia di Belle Arti di Brera a Milano. Appassionato di Design, Arte, Grafica, Fotografia e Sport. E' a quest'ultimo a cui dedica buona parte del suo tempo libero, dopo un passato da playmaker nell'Olimpia Milano, si dedica al Taekwondo come atleta agonista e istruttore, arrivando a diplomarsi cintura nera di II Dan. Appassionato sin da ragazzino al mondo delle due ruote, la sua prima presa di contatto avviene a 14 anni con il primo motorino, da li in poi la crescita avviene naturale, 125, 600 e 1000 saranno le moto che lo accompagneranno nella sua vita. Non sopporta il passato di verdure, le code in auto, quelli che "voglio ma non posso" e chi parla troppo di prima mattina.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Linus incidente in Vespa-min

Piccolo incidente in Vespa per Linus a Milano. Galeotta fu la buca

0
Il conduttore radiofonico Linus ha avuto un piccolo incidente a Milano in sella alla sua Vespa. Nessun pericolo per lui, che infatti racconta (e...
MotoGP Kazakistan 2024 annullato-min

MotoGP Kazakistan 2024 annullato. Pazienza: si resta a Misano

0
Dal Kazakistan non arrivano buone nuove: il GP che Dorna avrebbe introdotto nel 2024 è stato annullato e la MotoGP correrà di nuovo a...
Royal Enfield Guerrilla 450

Royal Enfield Guerrilla 450. Scheda tecnica e prezzo

0
Con l'arrivo della Royal Enfield Guerrilla 450 si torna alle origini delle roadster. Questa nuova moto, potente e versatile, è stata progettata per offrire...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.