mercoledì, Settembre 23, 2020
Home Sport MotoGP VIDEO: Contatto tra Zarco ed Espargaro. Penalità giusta?

VIDEO: Contatto tra Zarco ed Espargaro. Penalità giusta?

Nel GP di Brno, KTM ha sorpreso per la sua velocità. Oltre a Brad Binder che ha vinto la gara, Pol Espargaro stava venendo su fortissimo. Talmente forte da ingarellarsi con Johann Zarco che scattava dalla pole position. La KTM RC16 era ben più bilanciata della potente Ducati Desmosedici (quest’ultima si muoveva molto in accelerazione). Finché al 10° giro, Pol Espargaro è andato largo alla curva 1. Una curva di percorrenza che si affronta in 3° marcia, aprendo progressivamente il gas. La KTM n°44 faticava a prendere il punto di corda ed ha dovuto decelerare molto (la telemetria parlava di 106 km/h quando solitamente i piloti la affrontano tra i 120 e 130 km/h). Johann Zarco era in una traiettoria più conservativa ed ha urtato il rivale catalano. Quest’ultimo è caduto ed il francese è stato sottoposto alla Long Lap Penalty per “guida irresponsabile”. Il contatto tra Zarco ed Espargaro necessitava di tale punizione?

Cose che capitano

Avendo impostato la traiettoria ideale, Johann Zarco ha cercato con lo sguardo l’uscita di curva. Non si è preoccupato di scrutare la deriva dove non sarebbe mai andato, una volta in piega. Ergo, non poteva vedere il rivale.

Pol Espargaro ha commesso una piccola sbavatura, assolutamente giustificabile dalla rimonta che stava compiendo. Su curve di questo tipo, andare largo con una piccola cilindrata significa perdere km/h fatali. Con una MotoGP può essere invece lo spunto per una migliora accelerazione, per via della traiettoria più spigolosa. Polyccio ha provato a recuperare in quel modo, ma sulla sua strada ha trovato un Zarco cucito al cordolo.

Quindi, a nostro avviso, quello tra Zarco ed Espargaro è un banale contatto di gara. Fortunatamente scevro di conseguenze. Comprensibile la rabbia di Polyccio per il podio sfumato e di Zarco per l’iniquità regolamentare. Un’altra tessera di quel mosaico agonistico chiamato esperienza. Un altra foto da pubblicare sui social, accompagnata dalla descrizione: “Oggi è capitato a me”.

Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Voge Brivido 500R

Voge Brivido 500R. A meno di 5.000 euro

0
Ha un prezzo davvero competitivo e un design aggressivo dalle forme spigolose, che lasciano trapelare la sua voglia racing. E’ la Voge...
Nuovi colori Kawasaki 2021 - Cover

Nuovi colori Kawasaki 2021 per Ninja SX, Vulcan e Z900

0
Per il 2021 Kawasaki introduce delle interessanti novità: nuovi colori per 3 icone del suo brand. Ninja 1000 SX, La Sport Tourer...
BMW R nineT

BMW R nineT. Aggiornamento all’Euro 5

0
E’ ormai imminente e inevitabile. Stiamo parlando dell’arrivo dell’Euro 5 sulla BMW R nineT, che è ormai quasi definitivo. Con l’inizio del...