sabato, Luglio 20, 2024
HomeNewsAttualitàUna corsia centrale dedicata alle moto in Brasile. Non fatelo a casa

Una corsia centrale dedicata alle moto in Brasile. Non fatelo a casa

Nelle autostrade e superstrade del Brasile arriva una corsia centrale più stretta dedicata alle moto. In Europa sarebbe una buona soluzione?

Il Brasile dedica una corsia centrale alle moto

Purtroppo, con l’inizio della bella stagione, ricominciano i necrologi, i bollettini di guerra all’inizio di ogni weekend con morti e feriti. Gli incidenti sono all’ordine del giorno e se, fortunatamente, in Europa viviamo un contesto fortemente sensibilizzato in merito. Video, scuole, post e dibattiti. Ma non è così ovunque.

Ad esempio, l’Asia ed il Sud America sono contesti martoriati da una cultura stradale sui generis. A farla da padrone, i video virali che spopolano su YouTube e che raccontano delle realtà difficili. Cosa fa quindi il Brasile? Si inventa una corsia centrale dedicata alle moto sulle strade a scorrimento veloce.

Il suo nome è fascia azzurra

In verità, si chiama Faixa Azul, nella variante brasiliana della lingua portoghese. Una striscia che separa due corsie riservate alle auto. Il progetto iniziale ne prevedeva una laterale. Ma i veicoli che dovevano svoltare per uscire avevano delle moto davanti, col rischio di travolgerle. Una volta rivisto, il progetto ha dato le risposte sperate.

Gli incidenti sono calati del 55% e la mortalità del 100%. Il limite di tale strada è di 60 km/h e se il traffico è fermo le moto non possono superare i 30 km/h. E parliamo di un viale sul quale circolano 50.000 moto al giorno. Vale a dire 1 milione e mezzo al giorno.

Don’t try this at home

La Francia ha sapientemente studiato e sperimentato soluzioni simili. Parliamo di Cannes ed altre località della Costa Azzurra. Ovviamente, ne sono state pensate altre prima per i ciclisti ed i monopattini elettrici, tanto in voga negli ultimi anni. Quindi, tutto ciò che arriva in Francia…

Personalmente, sconsiglierei una soluzione simile in Italia. Non abbiamo una cultura sufficientemente altruista da rispettare chi guida mezzi diversi dai nostri. Facciamo fatica a rispettare il divieto di occupare la corsia d’emergenza. Quindi, prima di rivoluzionare il Codice della Strada con provvedimenti anche giusti, conviene sensibilizzare il consumatore ad una diversa e più rispettosa filosofia di guida.

Federico Trombetti
Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Linus incidente in Vespa-min

Piccolo incidente in Vespa per Linus a Milano. Galeotta fu la buca

0
Il conduttore radiofonico Linus ha avuto un piccolo incidente a Milano in sella alla sua Vespa. Nessun pericolo per lui, che infatti racconta (e...
MotoGP Kazakistan 2024 annullato-min

MotoGP Kazakistan 2024 annullato. Pazienza: si resta a Misano

0
Dal Kazakistan non arrivano buone nuove: il GP che Dorna avrebbe introdotto nel 2024 è stato annullato e la MotoGP correrà di nuovo a...
Royal Enfield Guerrilla 450

Royal Enfield Guerrilla 450. Scheda tecnica e prezzo

0
Con l'arrivo della Royal Enfield Guerrilla 450 si torna alle origini delle roadster. Questa nuova moto, potente e versatile, è stata progettata per offrire...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.