domenica, Luglio 21, 2024
HomeSportCIVCrash Pirro CIV Mugello 2024. C'è ancora domani

Crash Pirro CIV Mugello 2024. C’è ancora domani

Gara 1 del CIV 2024 al Mugello termina con un crash per il leader di campionato Michele Pirro. Tanta pressione, ma nulla di irreparabile.

Il crash di Michele Pirro nel CIV 2024 al Mugello

Siamo a metà campionato. Per quanto gli avversari possano brillare a sprazzi e garantire spettacolo qui e lì, il leader è sempre lui: Michele Pirro. 9 volte Campione Italiano, guida da anni una Ducati Panigale V4R che ha sviluppato vite per vite. Agli altri sono spesso riservate le briciole.

Ecco che allora oggi si ritrovano al Mugello per Gara 1 del CIV: Alex Delbianco, Luca Bernardi e Michele Pirro. 3 piloti caratterizzati dalle loro caratteristiche: il primo aggredisce i cambi di direzione più stretti con grinta e guida spesso al limite; il secondo ha una velocità di percorrenza molto scorrevole. Pirro ha una guida talmente morbida da sembrare noiosa. Eppure è il più veloce di tutti.

E invece no

Al penultimo giro, in piena bagarre con gli altri due, la Savelli gli è fatale. Michele scivola al centro della curva. Sappiamo dalla teoria che si tratta di una curva medio-veloce da 3° marcia in discesa. Una curva “sfascia-moto” alla quale gli amatori danno del voi.

Michele chiude sul cordolo interno con l’anteriore carico. Trattandosi di una curva in discesa, la tendenza all’aumento della velocità porta la moto ad allargare la traiettoria. Al che, il pilota apre il gas in modo da ottenere abbastanza sovrasterzo per chiudere la curva. A questo punto, la moto di Pirro allarga, allarga, allarga e…BAM! Cade.

Non come ma dove

Michele, che su questa pista ha fatto i solchi con ogni tipo di moto (125, 600, Superstock, SBK ed WorldSBK 2 e 4 cilindri, MotoGP etc.), sa bene come utilizzare la tecnica. Il problema nasce a monte. Essendo la Savelli una curva raccordata alla precedente Casanova, c’è da pensare che Michele sia arrivato troppo forte ed abbia mancato il punto di corda.

A quel punto, aveva due opzioni: aprire più dolcemente il gas e veder la moto allargare la traiettoria verso la deriva; aprire comunque comunque con decisione e rischiare di scaricare l’avantreno sul punto sbagliato. E secondo voi, un pilota come Michele Pirro cos’ha scelto?

Federico Trombetti
Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Crash Alex Lowes WorldSBK Most 2024-min

Crash Alex Lowes Most 2024. Pressione o compressione?

0
Gara 1 del WorldSBK 2024 a Most si è conclusa con un crash per Alex Lowes. Si è trattato di pressione psicologica o un...
Petrucci WorldSBK Most 2024-min

WorldSBK Most 2024: grande Petrucci sul podio!

0
Danilo Petrucci chiude Gara 1 del WorldSBK a Most al 2° posto: il suo miglior risultato del 2024. Sarà questa la chiave per il...
Linus incidente in Vespa-min

Piccolo incidente in Vespa per Linus a Milano. Galeotta fu la buca

0
Il conduttore radiofonico Linus ha avuto un piccolo incidente a Milano in sella alla sua Vespa. Nessun pericolo per lui, che infatti racconta (e...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.