lunedì, Marzo 8, 2021
Home Sport MotoGP Debutto Max Biaggi in pista. Il colpo di scena

Debutto Max Biaggi in pista. Il colpo di scena

Dopo avervi raccontato del debutto di Valentino Rossi, oggi vogliamo raccontarvi di come Max Biaggi ha esordito in pista. Molti non ne conoscono i retroscena.

Giallorosso

Siamo nel 1988. Nella Capitale, un giovane di nome Massimiliano Biaggi non perde un’azione della sua amata A.S. Roma. Wayne Rainey, Kevin Schwantz, Eddie Lawson? Macchè. Franco Tancredi, Giuiseppe Giannini, Nils Liedholm: questi i nomi che gli rimbombano in mente, al pari dei 7 colli. Non per niente, gioca come mezz’ala nella squadra rionale Trionfaldoria.

Certo, come molti suoi coetanei, i suoi spostamenti avvengono su una Vespa 50 elaborata Zirri (il preparatore piacentino che sembra essere il guru di casa Piaggio). Ogni tanto, il giovane Biaggi impenna e durante l’inverno ama lanciarsi con gli sci dalle piste del Monte Terminillo.

Inevitabile follia

Quand’ecco un pomeriggio, un’apparizione gli cambia la vita in maniera irreversibile. Il suo amico e coetaneo Daniele Mariani arriva al bar vestito di tutto punto con abbigliamento tecnico in sella alla sua Yamaha TZR 250 bianca e rossa. Nella sua autobiografia Ol3 nelle pieghe della mia vita, Max Biaggi ricorda così quel giorno.

MAX BIAGGI #3:

“Sono folgorato, come se per le strade di Roma mi fosse apparso un cavaliere medievale. Mi dice che sta andando a Vallelunga e mi invita ad andare con lui. Grazie ad Alberto Ieva (ex pilota di road races, NDA) conosco già il circuito, ma oggi lo vedo sotto una luce diversa. L’erba alta, le vie di fuga, le moto che sfrecciano. Nel giro di poche ore decido di voler correre.”

Inevitabile follia, come l’omonima canzone portata da Raf al Festival di Sanremo quell’anno.

Pony express time

Una tentazione che il giovane Max dovrà reprimere. Papà Pietro non firmerebbe mai l’autorizzazione affinché suo figlio, allora minorenne, possa correre in circuito. Ma gioca la carta della sfida con quel cocciuto adolescente qual è suo figlio.

“Se vuoi correre, dimostrami che ti interessa davvero: procurati i soldi necessari.”

E Max così farà. Il film di Jerry Calà Il ragazzo del Pony Express sarà per lui la cometa motivazionale. Un agenzia lo recluta per delle consegne che lo portano ad attraversare tutta Roma. Il Sor Pietro si commuoverà davanti a tanta intraprendenza e darà a Max la restante somma di denaro per correre in pista.

Il debutto in pista di Max Biaggi

Nel frattempo, Max compra una Honda NS 125, molto in voga all’epoca (ed ancora oggi dice la sua). Il mezzo ideale per imparare ad andar forte con semplicità.

MAX BIAGGI #3:

“Giro con l’Hondina sul “corto” di Vallelunga. Io e Daniele siamo 2 imbranati. Nessuna idea sulla tecnica o sulle traiettorie. Mi piace molto la curva ‘Roma’. Mi ci incaponisco finché, giro dopo giro, non riesco a percorrerla in un unico movimento fluido. Riesco a girare più forte di Daniele, benché lui abbia una 250. Rientriamo ai box e mi da una pacca sulla spalla. “Bastardo, sei già più veloce di me”, mi dice. Ho conquistato il mio 1° tifoso.”

Debutto Max Biaggi in pista - 2

Un esempio di come un’alchimia spazio-temporale faccia germogliare una passione in un terreno apparentemente ingrato. Trasformandola in una ragione di vita, quindi in una professione ben retribuita. Dalla forma sferica del pallone bianco e nero, a quella tondeggiante della gomma. Dall’erba sintetica all’asfalto gommato. Luca Marchegiani, Roberto Baggio, Alex Del Piero? Macché! Loris Capirossi, Mick Doohan, Valentino Rossi: questi (e tantissimi altri) i nomi che sfiderà nella sua carriera di pilota.

Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Marco Melandri carriera

Marco Melandri sui più grandi rivali della sua carriera

0
La carriera di Marco Melandri è durata 24 anni, togliendo le wildcard del 1997 e del 2020, nonché il 2015 quasi vuoto ed il...
Team Suzuki Ecstar MotoGP 2021

Team Suzuki Ecstar MotoGP 2021. La presentazione

0
E' stato presentato il team Suzuki Ecstar che nel 2021 schiererà in MotoGP Alex Rins e Joan Mir. Come annunciato, non ci sarà Davide...
Alex Rins MotoGP 2021

Alex Rins MotoGP 2021: “Costanza e cattiveria”

0
Alex Rins ripartirà per il mondiale MotoGP 2021 ben consapevole della sua efficacia e disposto a mettere insieme quanto di buono fatto nel 2019...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.