giovedì, Gennaio 21, 2021
Home News Doriano Romboni. 7 anni dopo il destino

Doriano Romboni. 7 anni dopo il destino

Oggi ricorrono i 7 anni dalla morte di Doriano Romboni. La sua carriera lo volle Re senza corona. Il destino pose fine alla sua vita su un campo di gara.

Pilota speziato

Spezzino, per l’esattezza. Doriano Romboni nasce a Lerici (SP) L’8 Dicembre 1968, sulle coste liguri limitrofe alla Toscana del Marmo. E’ quindi un conterraneo di Marco Lucchinelli, con il quale condivide l’approccio pepato alle competizioni e lo stile di vita ribelle. Agonisticamente cresce insieme a Loris Capirossi, nei trofei monomarca prima, nel Motomondiale poi. Debutta nella 125 nel 1989 e l’anno successivo vincerà 2 GP (Hockenheim e Assen), proprio quando il più giovane Capirex sarà Campione del Mondo.

Doriano Romboni - Hockenheim
I 3 piloti italiani ad Hockenheim: Max Biaggi sull’Aprilia RS 250, seguito dalle Honda NSR 250 di Doriano Romboni e Loris Capirossi.

Ad entrambi gli italiani vengono affidate 2 Honda NSR 250 private nel 1992. Doriano ottiene il podio a Donington Park. Notoriamente fumatore, amante delle Trofie al pesto e della buona birra, Doriano è l’emblema del “pilota vecchia scuola”, che si esalta sulle piste veloci e da pelo. Non a caso, nel 1993 vincerà a Zeltweg e nella sua pista: Hockenheim. Rinfrancato dall’appoggio ufficiale di Honda, batterà di prepotenza l’amico Loris Capirossi. L’anno successivo, sarà quest’ultimo a vincere, mentre Rombo si toccherà con Max Biaggi.

Fase calante

Mentre i 2 connazionali si contenderanno il Mondiale 250 1994, la parabola del talento di Romboni inizierà a declinare. Un altro anno in 250 con vittoria a Jacapereguà in Brasile e poi l’arrivo in Classe Regina. L’Aprilia RSW 500 ex Loris Reggiani è un esperimento acerbo: spinta dal bicilindrico 430cc, in rettilineo è meno potente delle 4 cilindri Honda, Yamaha e Suzuki; in curva è comunque molto più impegnativa di una 250. Il podio di Assen 1997, in piena era Mick Doohan, sarà l’ultimo acuto degno di nota.

Il millennio di Rombo si chiude in sella alla Ducati 998 nel WorldSBK. Disputerà in questo campionato altre 2 manche a Monza nel 2004 sulla Yamaha R1, chiudendo al limite della zona punti. La sua carriera da professionista volge al termine. Almeno ufficialmente.

Appuntamento col destino

Ufficiosamente, Doriano è estremamente attivo. Si allena spesso nelle piste più piccole o i Kartodromi con le Supermotard. Dapprima ancorate alle pieghe con la gamba aperta, i piloti di questa disciplina scoprono uno stile simile alle sportive: si piega aprendo le gambe e sfregando a terra il ginocchio (e le pedane), per via degli elevati angoli di piega reale.

Il 30 Novembre 2013 il circuito “Il Sagittario” di Latina è gremito di Supermotard. Numerosi piloti di livello mondiale affrontano le prove del SIC Supermoto Day 2013 che si terrà il giorno successivo. Doriano commette un errore ed invade la pista in direzione opposta: Gianluca Vizziello (che ha corso anche in WorldSBK e nel CIV) non avrà modo di evitarlo. A quasi 10 anni dallo stop definitivo della sua carriera, Doriano Romboni incontrerà il destino tra le ex paludi dell’Agro Pontino.

L’ironia della sorte lo vedrà morire in un evento atto a ricordare Marco Simoncelli. Ora Doriano riposa nel cimitero di Ceparana (SP) a 2 passi da casa. Un altro marito della velocità alla quale aveva giurato fedeltà fino alla morte.

Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Triumph 765 Supersport 2021

Triumph 765 Supersport 2021. In pista da Maggio

0
In realtà anche da prima. Sin dai primi test per il British Supersport 2021, andrà in pista la Triumph 765 3 cilindri. Si punta...
Zona Rossa Lombardia

Zona Rossa Lombardia. Fino al 31 gennaio o forse meno?

0
Purtroppo la zona rossa in Lombardia rimane appesa alla decisione del Tar. Il ministro della Salute Roperto Speranza ha smentito il fatto che potrebbero...
Ducati MotoGP 2026 (2)

Ducati in MotoGP fino al 2026. Il sogno si rinnova

0
Dal suo 1° mondiale in MotoGP nel 2007, Ducati ha sempre sognato di tornare a vincere un titolo: avrà tempo fino al 2026 per...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.