lunedì, Maggio 20, 2024
HomeNewsMotoDucati MotoGP di Troy Bayliss all'asta. Ok il mezzo è giusto!

Ducati MotoGP di Troy Bayliss all’asta. Ok il mezzo è giusto!

La Ducati Desmosedici GP3 con la quale Troy Bayliss ha corso in MotoGP nel 2003 è all’asta. Vi può interessare? Allora non vi farete spaventare dal prezzo!

La prima Ducati della MotoGP la guidò Troy Bayliss

Questa moto nasce ad inizio del nuovo millennio. Piccolo aneddoto: la sua gestazione avvenne in ospedale, dove l’allora ingegnere capo-progetto Filippo Preziosi finì per un infortunio in moto che tuttora gli impedisce di camminare. Ma il grande Preziosi non si diede per vinto. Trasformò la sua stanza in uno studio e lavorò alacremente al progetto.

Nel 2003, l’avrebbero guidata due dei piloti più coraggiosi ed amati della storia: signore e signori, Loris Capirossi e Troy Bayliss. E dire che ce ne volle di coraggio.

Comunque bella

La moto era un progetto acerbo: nei test di Valencia Loris Capirossi riscontrò due enormi problemi. La struttura del motore portante (in luogo di un vero telaio) rendeva la moto molto morbida, ballerina sul veloce e, soprattutto, molto difficile da portare giù in piega. Inoltre, oltre ad avere un rombo assordante, il motore scaldava da far paura, tanto da costringere il buon Capirex a rinforzare i suoi stivali.

Eppure era rossa, fascinosa, fatale. Bellissima. E sul rettilineo del Mugello, già nel 2003 raggiunse i 332 km/h (nei test IRTA dell’anno successivo in Catalunya, toccò i 347). Soprattutto, era una moto animalesca nelle sue reazioni. In uscita di curva derapava ed impennava senza controllo. Lo stesso Ruben Xaus che la guidò nel 2004 la definì bestiale.

E che ci pensi?

Suvvia, occasioni così non capitano tutti i giorni. Magari vi state appena fidando di mettere a livello 1 il Power della vostra moderna supersportiva. O, di più, vi vantate di aver guidato la vecchia Yamaha R1 1998 a carburatori. Amici, qui si parla di ben altra pasta.

Quanto costa? Dunque, si parte da una base di 350.000 sterline: vale a dire, 410.000 euro. Pochi? Sicuramente no. Tanti? Assolutamente sì. Eccetto quel piccolo dettaglio: stiamo parlando di un pezzo di storia. Il ponte più fascinoso tra le care 500 2 tempi e le moderne MotoGP con un’aerodinamica da Formula 1. Vi portate a casa 3 sport insieme.

Federico Trombetti
Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Ducati Monster Ayrton Senna

Ducati Monster Ayrton Senna: un tributo a una Leggenda

0
Ducati presenta con orgoglio il Monster Ayrton Senna, una speciale edizione da collezione che celebra il leggendario pilota brasiliano e la sua straordinaria carriera....
Test WorldWCR Cremona 2024-min

Test WorldWCR Cremona 2024. Ana Carrasco primera

0
Ana Carrasco chiude in testa i test del WorldWCR 2024 a Cremona. 2° posto per la nostra Roberta Ponziani seguita da Sara Sanchez. Campionato...
Luca Marini MotoGP 2024-min

Nella MotoGP 2024 chi vorrebbe essere Luca Marini?

0
Nella MotoGP 2024, sembra che la vera gara sia alla ricerca di una sella per l'anno prossimo: che posizione ricopre Luca Marini? Ne comoda,...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.