mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeMarchiDucatiDucati Panigale V4 Superleggera. La storia continua

Ducati Panigale V4 Superleggera. La storia continua

E’ ormai noto, tanto su strada, quanto nelle competizioni: Ducati è nata per stupire. A dispetto delle sua storia, ama rompere gli schemi. Lo ha fatto nel 2012, sfornando la velocissima Panigale 1199 e proponendone, nel 2014, la versione “Superleggera” che ad una dieta essenziale, abbinava preziosi dettagli Aftermarket ed un motore ancor più performante. E’ tornata sull’argomento nel 2015 con la Panigale 1299 e nel 2017 con la versione “Superleggera”: l’apice del glorioso frazionamento bicilindrico. Ducati ha rotto gli schemi nel 2018, commercializzando la Panigale V4: la sua prima creatura spinta da un motore 4 Cilindri. Arriva quindi la Ducati Panigale V4 Superleggera.

Meno “ciccia”, più birra

La Ducati Panigale V4 Superleggera perderà circa 10 kg di peso rispetto alla V4R (182 kg contro 193 in ordine di marcia). Un riduzione reso possibile dalla copiosa presenza di carbonio, con cui verranno fatti i cerchi, telaietto posteriore e, forse, il telaio. Tutto ciò riduce l’inerzia data dalle masse in movimento (cioè, la somma dei componenti e dei chili da gestire in fase di inserimento e piega), esaltando l’agilità e la guidabilità della moto. A completare la preparazione fisica, l’ interasse più lungo e la carenatura più larga. Esalta questa dieta l’omonimo propulsore della versione R: un V4 da 998cc, ora in grado di raggiungere una potenza di i 224 cv a 15.250 giri. Un valore ulteriormente migliorabile, con l’accattivante scarico Akrapovic dedicato. 

Dotazione e prezzi della Ducati Panigale V4 Superleggera

La dotazione di questa supersportiva Ducati mantiene i freni Brembo e le sospensioni Öhlins della R. L’aggettivo “Superleggera” non riguarda la spesa. Il prezzo non è ancora definito ma possiamo farci un’idea: la 1199 superleggera costava 66.000 €; per portare in garage la successiva 1299 superleggera, servivano 80.000€. Un incremento notevole e ricordiamo che, tra le V4 e 1299 c’è un gap di qualità maggiore che tra quest’ultima e la precedente 1199. Lo dicevamo all’inizio: Ducati è nata per stupire.

Federico Trombetti
Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Valentino Rossi Yamaha 2023-min

Valentino Rossi fa un team con Yamaha nel 2024?

0
Nel 2024, Valentino Rossi potrebbe schierare altre 2 Yamaha M1 nel team VR46. Dopotutto, la casa di Iwata è a corto di clienti. Questo...
2023 KTM 890 ADVENTURE-min

KTM 890 Adventure 2023. Scheda tecnica e prezzo

0
In vista del 2023, KTM rinnova la sua 890 Adventure rendendola ancor più piacevole, divertente e sicura da guidare. Oltre a guadagnare sotto il...
Jack Miller ASBK-min

Jack Miller 4° nell’ASBK 2022. Non è tutto oro…

0
Jack Miller da il bacio d'addio alla Ducati concludendo al 4° posto la gara di Bend dell'ASBK (Australian Superbike). Allora non è tutto oro...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.