mercoledì, Novembre 29, 2023
HomeSportCIVEmanuele Pusceddu. La passione prima di tutto

Emanuele Pusceddu. La passione prima di tutto

Giovedì 25 Marzo abbiamo avuto il piacere di fare una chiacchierata Live con Emanuele Pusceddu. Un pilota dalle pressoché infinite risorse. Ha corso sia con le 600 che con le 1000. Con queste ultime, ha disputato diverse stagioni nel Mondiale STK1000. Dopo aver preso parte al National Trophy 600 con il team J.Angel che gestiva anche Simone Saltarelli, sarà presente nel CIV Supersport 600 2021.

Fuori casa

Emanuele Pusceddu nasce a Roma il 17 Maggio 1996. Cresciuto nella periferia sud-est della Capitale, vive da tempo sul Lago Maggiore, ma mantiene il suo accento romano. In questo periodo si sta allenando duramente per l’imminente ritorno in pista.

Emanuele Pusceddu #61:

“Sto facendo molto ciclismo. Durante la quarantena del 2020 ho comprato una bici da corsa e l’ho colorata di nero. La uso molto per allenarmi. In generale, a casa non avevo una gran voglia di allenarmi. Neanche mi sono messo a fare il pane, visto che mio padre è un fornaio.”

Ma come mai Push si è trasferito così lontano?

Emanuele Pusceddu #61:

“Non faccio solo il pilota, ma gestisco anche un team che fornisce la sua assistenza a dei ragazzi in Coppa Italia. La madre di uno di loro ha un impresa di mezzi agricoli: quando posso, vado a dare una mano come meccanico. Con me sono fantastici: mi lasciano tutto il tempo per allenarmi.”

Più team manager che pilota

Proprio il suo team è un argomento interessante. La motivazione e l’interesse che profonde in questo lavoro sono enormi. A suo dire, vedere un suo pilota in pista gli crea più adrenalina di quando gira lui in 1° persona. Cosa che non accade così spesso.

Emanuele Pusceddu #61:

“In questo senso, sono un pilota atipico: non ho mai avuto molte giornate per poter andare in pista ad allenarmi, neanche quando correvo nel mondiale. Adesso invece riesco ad organizzarmi per girare.”

Miss matching

Quando si leggono le schematiche biografie dei piloti, le valutazioni dei passaggi di categoria possono ingannare. Emanuele ha avuto buone occasioni in momenti sbagliati e viceversa.

Emanuele Pusceddu #61:

“Nel Mondiale STK1000 sono salito sulla Ducati team Barni che però in realtà seguiva solo la SBK. La struttura era gestita da terzi e per me è stata un’annata invivibile. Dopo 3 gare, ho smesso di andare in moto per un anno. Peccato: nei test avevo girato ad Aragon insieme a Florian Marino e Riccardo Russo e non ero andato male.”

Domani è un altro giorno

Benché ricco di incognite per il buon Push. Nel 2021 presenzierà nel CIV Supersport 600 in sella alla CBR600, ex Roberto Mercandelli. Una moto insolita nelle griglie della media cilindrata, sempre più stipate dalle protagoniste Yamaha R6, le antagoniste Kawasaki Ninja ZX-6R e qualche ruolo minore di MV Agusta F3 675.

Emanuele Pusceddu #61:

“Da un lato, avremo una moto super-collaudata (è in pista dal 2012, NDR), con tanti dati a disposizione. Dall’altro, siamo passati alle sospensioni YSS: una novita per noi e dovremo ripartire da 0.”

Emanuele Pusceddu - National Trophy 600

Omnia vincit amor

“L’amore vince su tutto”. Diceva così l’antico il poeta Virgilio nell’antica Roma. Il suo consanguineo Pusceddu attua fedelmente questo detto. Infatti segue anche dei ragazzi che corrono nella Coppa Italia. Alla Diretta si aggiunge Cristian Fassi: un pilota dei Diversamente Disabili del quale Emanuele conosce bene la storia.

Emanuele Pusceddu #61:

“La sua storia è molto toccante. Si è trovato da un giorno all’altro senza più poter usare le gambe. Ma ha una forza incredibile ed ha iniziato a gareggiare con i Di.Di. . In pista è velocissimo: con una Yamaha R6 2007 standard ha fatto 2:06″ al Mugello, senza gambe.”

Nel tempo libero, Emanuele è anche istruttore di guida presso la scuola Masterclass Yamaha. Vedere degli amatori migliorare turno dopo turno, dice, gli restituisce ancor più soddisfazione che migliorare in 1° persona le proprie performance in pista. A quelle, penseremo noi nel 2021.

Federico Trombetti
Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

KTM 1390 Super Duke R 2024-min

KTM 1390 SUPER DUKE R 2024. Quante bollicine!

0
KTM presenta la nuova 1390 Super Duke R: la moto pronta a shakerare il 2024 con i suoi migliori argomenti: personalità e grinta. KTM 1390...
Triumph-TF-250-X-2024-023-min (1)

Triumph TF 250-X: oh, con questa ci fai anche il cross

0
Triumph apre un nuovo capitolo della sua storia con la TF 250-X: la sua prima moto da cross. La prima di una lunga serie,...

Nicolò Bulega EICMA 2023: “Nel 2024 vado nel WorldSBK per vincere”

0
Presso lo stand Ducati di EICMA 2023, abbiamo fatto qualche domanda a Nicolò Bulega, fresco Campione del Mondo WorldSSP 600 con Ducati. La stessa...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.