martedì, Marzo 5, 2024
HomeNewsGabriele Ruiu. Sogni su scala mondiale

Gabriele Ruiu. Sogni su scala mondiale

Mercoledì 13 Aprile 2022 abbiamo avuto ospite in una Live il pilota del WorldSBK Gabriele Ruiu, attualmente in forza al team B-Max Racing. Un team di Ciampino (RM) il cui manager Massimo Buna ha corso nel Trofeo Amatori 1000 Base.

Gabriele Ruiu: un pilota targato 2000

Gabriele Ruiu nasce a Roma il 16 Maggio 2000. Come di tendenza tra i giovani piloti, Gabriele tende a bruciare presto le tappe: si pensi che a 15 anni corre nel CIV Supersport 600 e a 17 anni debutta nel Mondiale STK1000 (classe defunta a fine 2018). L’anno successivo debutta come Wildcard nel WorldSBK, a soli 18 anni. Includiamo anche una Wildcard nel mondiale Moto2 nel 2019. Queste migrazioni lo rendono un pilota molto versatile e sicuramente veloce.

Gabriele Ruiu #16:

“Per essere veloce mi alleno molto. Vado in bicicletta, sulla moto da Cross e faccio pugilato. Mi aiuta ad avere fiato, resistenza e tono muscolare (indispensabile per guidare i 1000 di oggi, NDR).”

Portimao da pelo

Il team B-Max Racing debutta con lui nel WorldSBK a fine 2021, nella tappa di Portimao. Una pista non facile, per un’avventura ardua.

Gabriele Ruiu #16:

“Portimao è una pista bellissima. Con un 1000 è molto impegnativa: la moto impenna tanto e i cambi di direzione sono faticosi. Ci sono molti punti ciechi e sul rettilineo si va fortissimo. Noi ci siamo presentati con la stessa BMW M1000RR con la quale correvo al CIV SBK. D’altra parte, abbiamo deciso ed organizzato tutto in pochi giorni.”

Ma se la moto era la stessa del Campionato nazionale, ciò che cambia davvero è l’ambiente.

Gabriele Ruiu #16:

“Nel WorldSBK c’è ancora più professionismo che nel CIV. Moltissimi piloti vanno forte e, con il mezzo giusto, potrebbero giocarsi posizioni importanti.”

Italia VS Mondo

In questi anni, Gabriele ha collezionato esperienze su esperienze; incontrato avversari su avversari ed ha chiaramente i suoi mentori.

Gabriele Ruiu #16:

“Nel CIV mi piace molto Michele Pirro. Ha una guida pulita e senza sbavature ed una posizione in sella molto composta. Nel WorldSBK, Jonathan Rea che guida in modo molto particolare. E’ sempre molto “impiccato”, usa moltissimo il freno dietro e riesce a far girare la moto in pochissimi metri. Quando arriveranno le sue piste (Es. Magny-Cours), non farà sconti a nessuno.”

Buon Compleanno Jonathan Rea - Style

Nonostante la categoria “SBK” comune, i mezzi cambiano molto dall’Italiano al Mondiale.

Gabriele Ruiu #16:

“Nel CIV usiamo delle moto in configurazione STK. Il motore è meno preparato e molti componenti ciclistici sono di serie. Nel WorldSBK cambia anche il telaio, quindi la rigidezza torsionale della moto: sono mezzi ancora più estremi, che però perdonano meno.”

Pro e contro

A dispetto della giovane età, Gabri è un pilota molto analitico e minuzioso. Questo lo porta ad individuare pregi e difetti della sua guida, onde poterci lavorare su.

Gabriele Ruiu #16:

“Sono un pilota che studia tutto (linee, marce da utilizzare, dettagli etc.). In pista, però, sono abbastanza aggressivo: mi piace molto il “corpo a corpo”. Sono anche molto rapido nei cambi di direzione. Mi piace la S di Vallelunga e le varianti di Imola, che riesco a fare in 2° marcia. Vorrei essere più sensibile al variare delle condizioni tecniche: ho bisogno di fare chilometri in sella.”

Fattore Q

Nel WorldSBK ha debuttato anche la nuova mescola SCQ. Una gomma estremamente morbida per sfruttare al meglio i “giri secchi”. A tal proposito, Gabri ha avuto sensazioni positive.

Gabriele Ruiu #16:

“E’ una gomma molto performante. A parità di assetto e condizioni, può renderti anche 7-8 decimi al giro più veloce. Certo, su piste lunghe come Aragon può durare anche solo 3 giri.”

Alla domanda sul “sogno nel cassetto”, il pilota romano non ha dubbi.

Gabriele Ruiu #16:

“Voglio (e vuole il team) giocarmela con i team ufficiali BMW. A fine gara, io giravo solo 1″ più lento dei piloti ufficiali, dotati di qualche aggiornamento rispetto a noi. Sono qui per provarci!.”

Federico Trombetti
Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Brembo MotoGP 2024-min

Brembo rinnova con la MotoGP anche per il 2024

0
Brembo rinnova con la MotoGP, che fornirà anche nel 2024. Inclusi nel pacchetto anche diversi benefits aziendali. Volete sapere quali? Brembo insieme alla MotoGP nel...
Bagnaia Campione del Mondo 2023-min

Pecco Bagnaia rinnova con Ducati fino al 2026. E questo ce lo abbiamo

0
Pecco Bagnaia rinnova con Ducati fino al 2026: notizia nell'aria, in cerca di concretezza. Tra il titolo mondiale e la firma sono passati 3...
Kove Moto ADV 800X-min

Kove Moto ADV 800X. Potente e…leggera

0
Il brand asiatico Kove Moto presenta negli USA la ADV 800X: una esponente della moda attuale, ad un prezzo concorrenziale. E badate bene che...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.