mercoledì, Aprile 21, 2021
HomeSportMotoGPGara MotoGP Doha Qatar 2021. Il ritorno di Quartararo.

Gara MotoGP Doha Qatar 2021. Il ritorno di Quartararo.

Fabio Quartararo vince la gara di MotoGP 2021 a Doha, in Qatar. 2° Johann Zarco dopo una battaglia con Jorge Martin 3°. 1° podio per il rookie.

Rosso incerto

Alla partenza, le Ducati di Jorge Martin e Johann Zarco scattano con grinta. Il loro motore consente di guadagnare metri preziosi nell’allungo delle prime 4 marce. Mentre Jorge Martin prova ad interpretare di sciabola la scorrevole pista di Losail, Johann Zarco sembra avere sotto le gambe un toro meccanico. Scuotimenti, impennate nei cambi di direzione ed una staccata da manuale. Nel frattempo, da dietro spunta Alex Rins.

Alex l’ariete

Alex guida una Suzuki che rafforza la sua fama di amica fidata e guidabile nel misto. Una grande percorrenza e traiettorie strette che sembrano riportarlo a ridosso di Jorge Martin. Ma all’inizio di ogni giro, la storia si ripete. Ducati guadagna sul rettilineo, Suzuki recupera nel misto. Peccato che la tattica sia dispendiosa in termini di usura gomme.

Chi l’avrebbe mai detto

La lotta intestina nel team Pramac consente ai 2 alfieri bianco-rossi di far riavvicinare gli ufficiali Jack Miller e Pecco Bagnaia. Non solo, l’australiano si tocca in pieno rettilineo con Joan Mir, rischiando “l’effetto Beyblade” (chiunque ci abbia mai giocato capirà). Sorpassi, contro-sorpassi; stacca dopo, incrocia, apri prima. Ma dal trambusto mica verranno su 2 Yamaha blue tremendamente equilibrate. No?

Chiave di lettura

In gara, puoi tirare quanto vuoi, ma se sbagli ad interpretare la derivata delle condizioni generali (ciclistica, gomme, traiettorie, tenuta fisica del pilota, sviluppi da parte degli avversari) non emergi. Suzuki stoppa a qualche tornata dalla fine la sua rincorsa al podio. Mentre Fabio Quartararo sale su con grande carica. Ha smesso la bandana del lottatore, per indossare gli occhiali del ragioniere.

Overboost

Questo sembra avere la Yamaha M1 del Diablo. Il rettilineo lo vede soggetto agli attacchi dei ducatisti. Ma nel misto sembra il Maverick Vinales della scorsa gara: fluido, scorrevole, concreto, senza sbavature. In poche curve, la gara è sua. Ma alle sue spalle, gli aflieri del team Pramac hanno un conto da regolare.

Prove generali

Zarco e Martin si studiano. Non è solo questione di gomme e manico, ma anche di esperienza. A 2 curve dalla fine, Zarco attacca Martin con un ingresso deciso. Il T4 è casa sua ed il francese entra per 1° sul rettilineo del traguardo. Il team-mate prepara una bella uscita, ma la sua Desmosedici non ha abbastanza superficie di contatto per scaricare a terra la potenza. La scia del rivale non sarà sufficiente. Un bel 3° posto dalla pole position alla sua 2° gara in MotoGP non è male. Se aggiungiamo il fatto che Johann sia 1° in classifica con 40 punti, capiamo quanto stiano festeggiando ora nel team Pramac.

L’Italia si desti

E’ in generale il Ducati Day, visto che gli ufficiali arrivano in 6° e 9° posizione. Benché sotto le aspettative, ci sono 4 Ducati nelle prime 10 posizioni. 5 nella Top11, con Enea Bastianini. Tira una brutta aria nel team Yamaha Petronas con Franco Morbidelli 12° e Valentino Rossi 15° a malapena in zona punti. Abbastanza male anche Danilo Petrucci che arriva 19°, conquistando gli stessi punti della gara passata. Però dopo qualche giro in più. Davanti a lui, Luca Marini 18°; alle sue spalle, Lorenzo Savadori 20°.

Rivincita austriaca

Aleix Espargaro porta la sua Aprilia in 10° posizione. Non disprezzabile in assoluto, ma dati i buoni spunti in prova, c’erano gli estremi per sperare in qualcosa di meglio. 8° Brad Binder e 12° Miguel Oliveira sono risultati tutto sommato buoni.

Il 13° e 14° posto da Stefan Bradl e Pol Espargaro del team Repsol sono l’apice agonistico di Honda, oggi. L’allarme è arancione. Diciamo arancione scuro.

Gara MotoGP Doha Qatar 2021 – Classifica

Pos.PuntiNum.PilotaNazioneTeamMoto
12520Fabio QUARTARAROFRAMonster Energy Yamaha MotoGPYamaha
2205Johann ZARCOFRAPramac RacingDucati
31689Jorge MARTINSPAPramac RacingDucati
41342Alex RINSSPATeam SUZUKI ECSTARSuzuki
51112Maverick VIÑALESSPAMonster Energy Yamaha MotoGPYamaha
61063Francesco BAGNAIAITADucati Lenovo TeamDucati
7936Joan MIRSPATeam SUZUKI ECSTARSuzuki
8833Brad BINDERRSARed Bull KTM Factory RacingKTM
9743Jack MILLERAUSDucati Lenovo TeamDucati
10641Aleix ESPARGAROSPAAprilia Racing Team GresiniAprilia
11523Enea BASTIANINIITAAvintia EsponsoramaDucati
12421Franco MORBIDELLIITAPetronas Yamaha SRTYamaha
13344Pol ESPARGAROSPARepsol Honda TeamHonda
1426Stefan BRADLGERRepsol Honda TeamHonda
15188Miguel OLIVEIRAPORRed Bull KTM Factory RacingKTM
1646Valentino ROSSIITAPetronas Yamaha SRTYamaha
1730Takaaki NAKAGAMIJPNLCR Honda IDEMITSUHonda
1810Luca MARINIITASKY VR46 AvintiaDucati
199Danilo PETRUCCIITATech 3 KTM Factory RacingKTM
2032Lorenzo SAVADORIITAAprilia Racing Team GresiniAprilia
Non classificato
73Alex MARQUEZSPALCR Honda CASTROLHonda
27Iker LECUONASPATech 3 KTM Factory RacingKTM

Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Vircos Racer 1. Tuta intera in pelle da MotoGP

0
La Zoom Review di oggi è dedicata alla tuta intera da moto Vircos Racer 1, della linea bespoke racing gear. Un prodotto Made in...
Bolaffi aste

Bolaffi aste. In vendita moto e scooter della storia a due ruote

0
Volete aver un pezzo di storia a due ruote da tenervi in garage o magari in bella mostra nel vostro salotto, per fare invidia...
MV Agusta Dragster London Special

MV Agusta Dragster London Special per il ritorno inglese

0
Per celebrare il suo ritorno in Regno unito, MV Agusta propone la London Special della sua Dragster 800. Come reagirà la tigre di Schiranna...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.