lunedì, Maggio 20, 2024
HomeNewsAttualitàIl 25 Aprile è anche la Giornata Nazionale della Mobilità Ecologica

Il 25 Aprile è anche la Giornata Nazionale della Mobilità Ecologica

Il 25 Aprile coincide con la giornata nazionale della mobilità ecologica: una tematica che spesso stride con la nostra passione. Oppure no?

Giornata Nazionale della Mobilità Ecologica

Il 25 Aprile 1945 la nostra penisola si libera definitivamente della dittatura nazi-fascista. Un regime che oltre a decine di migliaia di innocenti, miete la vittima più importante della nostra storia: la libertà d’espressione. E’ tempo di andare avanti e, in un Italia ricostruita decennio dopo decennio, trova spazio la passione per le moto. Vespa ne sarà un’icona (e non a caso nasce nel 1946, insieme alle prime votazioni a suffragio universale).

Passione, amore, ricerca, evoluzione. La storia del nostro paese scorre come un viaggio in moto: veloce, ricco di cambiamenti, con momenti più o meno floridi. Ma, esattamente come la nostra storia, proprio la passione per le moto resta sempre qui. Anche con le moto elettriche.

Beh, oddio…

Negli anni, si è parlato a lungo di quanto i mezzi elettrici stridano con la nostra passione. Comunque veloci, efficienti, rispettosi dell’ambiente…ma da lì ad incarnare la passione per le moto ce ne passa. Vuoi per l’assenza di un cambio manuale, una frizione da azionare o semplicemente di un’erogazione da imparare e sfruttare a proprio vantaggio.

Con l’elettrico tutto questo perde significato, identità. Sapore. Una noiosissima linearità che non emoziona il cliente. E poi il rumore. Vuoi mettere un cuore che batte, quale che sia il suo frazionamento, contro rumore di una stampante in piena attività? Molti non lo tollerano affatto; altri sospirano…prima di sorridere guardandosi indietro ai tempi che furono.

Dear Francis

Qui ci viene in aiuto Francis Bacon: filosofo inglese vissuto a cavallo tra il XVI° e il XVII° Secolo. Ebbene, una massima lasciata in eredità a noi umili lettori recita: “la verità è figlia del tempo”. Un chiaro riferimento alle resistenze che incontra l’evoluzione nelle credenze popolari. Tutti affezionati ad un passato che ricordiamo impeccabile. Ma che, anzitutto, potrebbe non esser mai stato così.

Una moto elettrica non è pur sempre una moto? Manca il cambio ed il rombo, ma tutto il resto c’è. A partire dalla ciclistica. E ricordo che le traiettorie, la piega ed il sentirsi liberi sono un bene impignorabile della guida in moto. Anche perché, cari i miei luddisti, vi hanno preceduto. Le stesse resistenze le incontrò il 4 tempi in luogo del fascinoso quanto superato 2 tempi.

La toppa ed il buco

Quando però l’ipotesi sembra smontata, ecco che arriva una postilla. Proprio l’ecologia. Siamo sicuri che i mezzi elettrici garantiscano una mobilità più efficiente e rispettosa dell’ambiente? Nell’immediata emissione di CO2 e sostanze nocive, la lotta è vinta a tavolino. Ma su tutto il resto, campeggia qualche dubbio. Primo fra tutti, il pluri-discusso smaltimento delle batterie. Volete paragonare i danni della CO2 a quelli del litio?

Ma per quanto ci si sforzi di restare “in topic”, dove sono queste moto? Chi ne vende degli esemplari ad un costo sostenibile? Dove finiscono i pur graditi incentivi statali? E soprattutto: come poterli usare efficientemente? Ricaricarli, manutentarli in tempi decenti…

Un piccolo suggerimento

E se proponessimo una soluzione a costo zero? Tipo: utilizzare la moto endotermica in maniera intelligente. Non sprecare improduttivamente carburante (e stressare organi meccanici) in accensioni brevissime. Curare stabilmente la manutenzione per risparmiare, carburante in primis, emissioni in secundis. Ma soprattutto, conoscerne i segreti più disparati per guidarla in maniera efficiente.

Dopotutto, siamo o non siamo degli irriducibili appassionati?

Federico Trombetti
Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Ducati Monster Ayrton Senna

Ducati Monster Ayrton Senna: un tributo a una Leggenda

0
Ducati presenta con orgoglio il Monster Ayrton Senna, una speciale edizione da collezione che celebra il leggendario pilota brasiliano e la sua straordinaria carriera....
Test WorldWCR Cremona 2024-min

Test WorldWCR Cremona 2024. Ana Carrasco primera

0
Ana Carrasco chiude in testa i test del WorldWCR 2024 a Cremona. 2° posto per la nostra Roberta Ponziani seguita da Sara Sanchez. Campionato...
Luca Marini MotoGP 2024-min

Nella MotoGP 2024 chi vorrebbe essere Luca Marini?

0
Nella MotoGP 2024, sembra che la vera gara sia alla ricerca di una sella per l'anno prossimo: che posizione ricopre Luca Marini? Ne comoda,...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.