giovedì, Agosto 13, 2020
Home Sport MotoGP GP Virtuale a Misano. (Ri)Vince Alex Marquez; Vale 3°

GP Virtuale a Misano. (Ri)Vince Alex Marquez; Vale 3°

4° GP Virtuale del 2020 a Misano. Presenti ben 11 piloti al via. Yamaha schiera gli attuali factory, Valentino Rossi e Maverick Vinales, con il futuro ufficiale Fabio Quartararo del team SIC Petronas. Honda porta il Marquez Repsol team, composto da Marc ed Alex, al fianco di Takaaki Nakagami dal team LCR. Ducati si affida a Pecco Bagnaia dal team Pramac, Tito Rabat da Avintia e da una sella ufficiale a Michele Pirro: visto che nei GP nostrani il collaudatore pugliese fa spesso la sua brava Wildcard, perchè non mantenere la tradizione anche nelle gare virtuali?

Gli esponenti di Suzuki ed Aprilia sono, rispettivamente: il neo-riconfermato Joan Mir ed il neo-acquisito collaudatore Lorenzo Savadori.

Sempre in piega

Il circuito di Misano ha una peculiarità: le fasi più critiche del giro avvengono tutte in piega. Alla curva 1 e 3 si frena a moto piegata; alla curva 8 si inizia una frenata in piega che perdura fino alla curva successiva; la storia si ripete al Carro; il Curvone è forse la curva più veloce del Motomondiale, nella quale si entra in 6° piena a 230 km/h, pelando il freno e riaccelerando fino ai 260-270. Premesso ciò, ci sono 2 letture adatte al tracciato romagnolo: grande percorrenza, in pieno stile Yamaha (che infatti, quì è velocissima); oppure, grande rapidità e sfruttamento di ogni singolo metro buono per raddrizzare la moto e dare gas (non è un caso che Marc Marquez abbia vinto anche quì).

Questa la griglia di partenza:

  1. F.QUARTARARO
  2. A.MARQUEZ
  3. P.BAGNAIA
  4. M.VINALES
  5. V.ROSSI
  6. M.MARQUEZ
  7. T.NAKAGAMI
  8. J.MIR
  9. T.RABAT
  10. L.SAVADORI
  11. M.PIRRO

GP Virtuale a Misano

Alla curva 1, primo incidente dell’appuntamento virtuale. Molti piloti finiscono in terra. Maverick Vinales oggi appare molto nervoso e falloso nelle manovre, finendo in terra più volte. Bella bagarre tra Rossi e Mir, con il pesarese che resiste agli attacchi del maiorchino, con una decisione inaspettata. Se la sua partecipazione al GP Virtuale del RedBull Ring è stata anonima, a Misano il Dottore sembra ben più in forma: che abbia ulteriormente modificato il suo stile di guida per adattarlo alla Play Station?

Successivamente, scivola il poleman Quartararo, che verrà sfilato da Alex Marquez. Ducati sempre in penombra, con Pecco Bagnaia che concluderà la gara al 7° posto: un po’ sottotono rispetto a quanto mostrato nelle prove virtuali precedenti. Tra Marc ed Alex Marquez inizia un duello fratricida, destinato a risolversi all’ultima curva. Alex supera Marc e vince il GP Virtuale di Misano. Tra meriti personali ed errori altrui, Valentino Rossi sale sul 3° gradino del podio. Ancora una volta capace di combinare il professionismo alla guasconeria, festeggia in casa con un trofeo realmente conquistato.

L’ordine d’arrivo:

  1. A MARQUEZ
  2. M.MARQUEZ
  3. V.ROSSI
  4. F.QUARTARARO
  5. J.MIR
  6. M.VINALES
  7. P.BAGNAIA
  8. T.NAKAGAMI
  9. L.SAVADORI
  10. T.RABAT
  11. M.PIRRO

Un’altra piacevole parentesi di sport, sia pur virtuale. Proprio in questi giorni, si rincorrono notizie incoraggianti, da interpretare con entusiasmo e prudenza ulteriore. Dopotutto, anche noi ci stiamo “riabilitando” da 2 mesi per poter poter tornare in pista ed il rientro da un infortunio richiede sempre molta attenzione.

Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Ducati sul GP d'Austria

Ducati sul GP d’Austria. E’ tempo di riscattarsi

0
Se la stagione della MotoGP 2020 è iniziata sotto il cocente sole di Luglio, alcune nubi imperversano da tempo nel team Factory...
Yamaha sul GP d'Austria

Yamaha sul GP d’Austria. Ci sarà da lavorare

0
Il doppio appuntamento sul circuito di Jerez de la Frontera ci ha mostrato una Yamaha competitiva ed equilibrata, con qualche problema di...
MotoGP Austria 2020 con Brembo

MotoGP Austria 2020 con Brembo. Si frena tanto e forte

0
Secondo i tecnici Brembo che lavorano con i piloti della MotoGP 2020, il Red Bull Ring d'Austria è un circuito altamente impegnativo...