lunedì, Agosto 15, 2022
HomeNewsAttualitàIncentivi auto e moto 2022. Quello che c'è da sapere

Incentivi auto e moto 2022. Quello che c’è da sapere

Il presidente del consiglio Mario Draghi ha appena siglato un Decreto che stanzierebbe 650 milioni di euro per acquistare veicoli (auto e moto) elettrici nel triennio 2022, 2023 e 2024 tramite generosi incentivi. Vediamo le categorie che ne beneficeranno.

Incentivi auto e moto 2022: via il vecchio, avanti il nuovo!

L’obiettivo di questo Decreto è chiaro: sostituire i veicoli commercialmente (ed ecologicamente) più obsoleti, in favore di altri più sostenibili. Naturale che le fasce più colpite da questa manovra siano i veicoli elettrici. Soprattutto, questa rivoluzione pone l’accento su 2 punti cardini della mobilità: il car sharing ed i veicoli commerciali.

I nuovi N1 ed N2 alimentati solo elettricamente beneficeranno dei seguenti incentivi: 4000 euro fino ad 1,5 tonnellate; 6000 euro per la fascia compresa tra 1,5 e 3,5 tonnellate; 12.000 euro da 3,5 a 7 tonnellate; infine, 14.000 euro per tutti i veicoli il cui peso oscilli tra le 7 e le 12 tonnellate.

Giustizia privata

Interessante anche come vengano foraggiati anche gli acquisti di vetture ad uso privato, ad alimentazione parzialmente o esclusivamente elettrica. Per l’acquisto di ogni vettura Mild Hybrid le cui emissioni rientrino nella fascia 61-135 g/km, è previsto un incentivo di 2000 euro, previa rottamazione di un veicolo con fascia d’emissione precedente l’Euro5.

Nota di merito alla categoria Mild-Hybrid. Quest’ultima racchiude auto spinte da un motore endotermico (e dotate nel caso anche di cambio manuale), aiutate però da un motore elettrico nelle fasi più critiche, dispendiose ed inquinanti nella guida: le ripartenze.

Incentivi moto 2022

Restando in tema di ecologia, vediamo quindi quali fasce di motoveicoli godranno di questo bonus. 30% per tutti i motoveicoli elettrici ed ibridi il cui prezzo sia inferiore ai 3000 euro e la cui classe di appartenenza sia: L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e ed L7. Percentuale che cresce al 40% qualora il prezzo del dato veicoli superi i 4000 euro e per prenderlo si rottami un veicolo la cui fascia d’omologazione sia compresa tra Euro0 ed Euro3.

Si parte con il botto, a fronte dei 10 milioni stanziati per il 2022, ed i 5 milioni sia per il 2023 che per il 2024. L‘attuazione di questo bonus non manca che del consenso da parte della Corte dei Conti. Il che significa che da qui ad un mese potrebbe già essere in vigore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Bastianini Martin Ducati ufficiale-min

Bastianini o Martin: chi ci va sulla Ducati ufficiale?

0
Dopo il GP di Austria, Ducati annuncerà il nome del pilota che andrà a sostituire Jack Miller nel team ufficiale: Enea Bastianini o Jorge...
Fabio Quartararo Honda

Limiti di peso e altezza in MotoGP e WorldSBK: sarebbero necessari?

0
Negli ultimi tempi si discute l'introduzione di limiti di peso e altezza in MotoGP e WorldSBK. In campionati così tirati, ogni minimo dettaglio è...
Variatore Polini Yamaha XMax 125-min

Variatore Polini per Yamaha XMax 125: più brio

0
E' in vendita il nuovo variatore Polini Maxi Hi-speed per dare allo scooter Yamaha XMax 125 un maggior spunto in tutte le situazioni. Anche...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.