mercoledì, Giugno 19, 2024
HomeNewsAttualitàIncidente trofeo amatori Mugello: addio Nicola Sartori

Incidente trofeo amatori Mugello: addio Nicola Sartori

Nella tappa del Trofeo Italiano Amatori al Mugello, il pilota della Classe 1000 Avanzata Nicola Sartori resta vittima di un incidente. E ci risiamo!

Altro incidente al Mugello per il Trofeo Italiano Amatori

La classe in questione è la 1000 Avanzata (esattamente come pochi mesi fa a Misano, quando se ne andò Fabrizio Giraudo). Altra costante: siamo sempre nel Trofeo Italiano Amatori. Stavolta al Mugello, dove i 250 km/h che si raggiungono a Misano possono diventare quasi 300. Le lente curve di Misano (eccetto il Curvone) diventano via via più scorrevoli, le velocità crescono e diventa più semplice seguire il pilota che abbiamo davanti.

Infatti, anche i tempi non sono malaccio: in testa alla classifica di categoria si gira 1:58′. Abbastanza per avere consapevolezza della velocità.

Domino

Insomma, si va lisci e abbastanza rapidi. Si percorre scorrevoli e già prima di vedere l’uscita i piloti aumentano l’apertura del gas. Sempre di più, sempre di più finché…ci si ricorda che l’highside è dietro l’angolo. Il nostro Nicola cade per evitare il pilota davanti a lui che ha un’incertezza. Non riuscirà a fare altrettanto il pilota dietro di lui.

Sempre la stessa solfa. La gara viene interrotta, arrivano i soccorritori con l’alacrità di chi sa ma per mestiere può solo agire. Le bandiere sventolano pigre come se a muoverle fosse solo il vento. Menti in su come a fare una domanda e teste che si scuotono come risposta.

Combattente in pista e fuori

Ci lascia Nicola Sartori, 52 anni residente a Cavarzere (VE), lavorava a Padova come maestro di arti marziali. Quell’indole combattiva che lo caratterizzava sia in pista che fuori, insomma.

Stavolta, combattente contro un regolamento assurdo, sul quale ricadono ormai le colpe di un tasso di mortalità pari, se non superiori al Tourist Trophy. Non mi stancherò mai di dirlo: se già prima mettere 35-40 amatori veloci (che Domenica sera devono tornare a casa e il Lunedì mattina vanno a lavorare) era rischioso, adesso che ci sono tutte queste morti ci sembra da criminali.

Ah, non dimentichiamolo: chiedendo cifre che, con qualche piccola scivolata, sfondano quota 50.000 euro. Vi auguriamo una sana riflessione.

Federico Trombetti
Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Romano Fenati CIV SBK 2024-min

Romano Fenati CIV SBK 2024. Io non commento

0
Durante la prossima tappa del CIV 2024 al Mugello, la classe SBK ospiterà anche la wildcard Romano Fenati. Sarà un'altra storia. Il CIV SBK 2024...
Addio Suzuki GSX-R 1000-min

Addio Suzuki GSX-R 1000. Ci mancherai

0
Dal Giappone, apprendiamo che la Suzuki smetterà a breve di produrre la sua GSX-R 1000: prepariamoci, è tempo di dirle addio. Le sportive non...
Jonathan Rea Misano 2024-min

A Misano 2024 Jonathan Rea ci ha voluto comunicare qualcosa

0
Il weekend di Misano 2024 è stato molto difficile per Jonathan Rea. Ma, oltre i risultati, arriva un messaggio ben più complesso. Mi sa...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.