mercoledì, Maggio 22, 2024
HomeSportMotoGPJorge Martin MotoGP Francia 2024. Ecco cos'era il Maggio Francese

Jorge Martin MotoGP Francia 2024. Ecco cos’era il Maggio Francese

Nella MotoGP 2024 in Francia, Jorge Martin fa bottino pieno: pole, vittoria sia in Sprint Race che in Gara e giro veloce. Meglio di così? Si potrebbe ma non dipende da lui.

MotoGP 2024 in Francia saporita per Jorge Martin

Lo spagnolo del team Pramac sta vivendo un inizio di stagione da sogno. Ben 5 vittorie e 8 podi complessivi, per un totale di 129 punti: 38 in più di Pecco Bagnaia alle sue spalle. Un pilota solido, concreto, spietato quanto basta ed aggressivo quando serve.

Raccolta la consueta pole position con tanto di record della pista, in gara non lascia scampo a nessuno. Parte forte, si piazza davanti e agli avversari non restano che le briciole. Sembra strano dirlo, ma rispetto agli avversari, sembra spesso venire da un altro pianeta.

Distanti ma uniti

Jorge Martin è il pilota più estremo della griglia. Alla compostezza e l’economia di Pecco Bagnaia, lui contrappone una guida molto fisica. In frenata, le sue spalle si sollevano più di quelle del rivale italiane e, una volta impostata la piega, il suo busto scende molto giù sull’asfalto, creando una forbice ben più evidente tra se e la moto.

Questo gli permette di far girare più facilmente la moto: con una minor inclinazione ed in minor spazio a pari velocità di percorrenza. Ed in uscita, riuscirà ad accelerare ancora prima degli avversari. Uno stile che, oltre ad essere spettacolare, funziona davvero. Nel giro secco della pole position, così come nella gara lunga dove bisogna risparmiare gomma.

Ma allora cosa manca?

Quando nel titolo abbiamo richiamato il Maggio francese, alludevamo alle contestazioni universitarie del 1968 che diedero inizio alla contestazione giovanile. E lui, che giovane è ancora, ma già ha 26 anni, reclama a gran voce il suo diritto: quello di una sella ufficiale sotto il sedere.

In questi giorni, le bocche sono ancora cucite e non si dice nulla, ma siamo ragionevolmente convinti che l’anno prossimo Martinator correrà su un’Aprilia factory. Una scelta giusta, come sbagliata. Sicuramente, da pilota. E chiunque voglia provare a dissuaderlo da questo colpo di testa, lo faccia pure. Ma con validi argomenti.

Federico Trombetti
Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

CFMoto 500SR Voom-min

CFMoto 500SR Voom. Leggete che motore ha!

0
CFMoto ed il tuner Modena40 lanciano la 500SR Voom: un progetto eclettico, forse indefinito, ma molto fascinoso. E poi con quel motore... CFMoto 500SR Voom:...

Royal Enfield Him-E. Praticamente una Himalayan elettrica che…

0
Royal Enfield ufficializza la produzione della Him-E: una versione elettrica della fortunata Himalayan che arriverà nel 2027. D'altronde ce la ricordiamo dallo scorso EICMA. Royal...
Honda Africa Twin radar telecamere-min

Sulla Honda Africa Twin arrivano la telecamera ed i radar

0
Africa Twin è il non plus ultra della moto versatile, per giunta prodotta da Honda: e se vi dicessimo che adesso avrà anche una...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.