lunedì, Agosto 10, 2020
Home Elettrico Kawasaki Ninja elettrica. Su base Ninja 650

Kawasaki Ninja elettrica. Su base Ninja 650

Quest’anno EICMA 2019 è stata rivoluzionaria anche dal punto di vista delle proposte elettriche. La casa del sol levante ha presentato al suo stand una Kawasaki Ninja elettrica, ed ora annuncia il debutto di quella che sarà la sua prima vera moto ad impatto zero.
E’ stato lo stesso presidente Horiuchi a dare ulteriori dettagli di quello che per il momento è soltanto un concept. Lo scopo di Kawasaki è quello di poter ricreare una moto ad impatto ambientale zero, che riesca a dare al pilota quelle sensazioni di guida che un motore a scoppio sa regalare.

“Durante le prove su strada – ha spiegato Yuji Horiuchi – ci siamo concentrati molto sulla sensazione di guida combinando l’erogazione di un motore elettrico con la possibilità di usare il cambio. Il risultato è una moto che offre un’ottima sensazione di guida”.

La Kawasaki Ninja elettrica avrà una potenza di 28 cv per un massimo di 20 Kw, con un cambio a quattro marce. Verrà sfruttata l’elasticità di erogazione della coppia del propulsore elettrico; così non si rinuncerà al piacere di guida di una moto a benzina.

Kawasaki Ninja elettrica su base 650

La base del concept elettrico sarà appunto quella della Ninja 650, prendendo a livello tecnico sospensioni e impianto frenante delle medie cilindrate. Il peso sarà di 219 kg con un’autonomia massima di circa 100 km; per ricaricare la Ninja elettrica sarà sufficiente collegarla all’impianto domestico, senza bisogno di colonnine aggiuntive.
Al momento non è trapelata nessuna indiscrezione sul prezzo e su quando sarà messa in circolazione.

Thomas Bressani
Thomas Bressani vive e nasce a Milano nel 1983, città di cui ne sente strettamente i legami. Per lui tutte le strade portano, ed escono per fortuna, da questa città. Affascinato da tutto ciò che lo circonda e dal mondo creativo, frequenta il liceo artistico e succesivamente l'Accademia di Belle Arti di Brera a Milano. Appassionato di Design, Arte, Grafica, Fotografia e Sport. E' a quest'ultimo a cui dedica buona parte del suo tempo libero, dopo un passato da playmaker nell'Olimpia Milano, si dedica al Taekwondo come atleta agonista e istruttore, arrivando a diplomarsi cintura nera di II Dan. Appassionato sin da ragazzino al mondo delle due ruote, la sua prima presa di contatto avviene a 14 anni con il primo motorino, da li in poi la crescita avviene naturale, 125, 600 e 1000 saranno le moto che lo accompagneranno nella sua vita. Non sopporta il passato di verdure, le code in auto, quelli che "voglio ma non posso" e chi parla troppo di prima mattina.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

VIDEO: Contatto tra Zarco ed Espargaro. Penalità giusta?

0
Nel GP di Brno, KTM ha sorpreso per la sua velocità. Oltre a Brad Binder che ha vinto la gara, Pol Espargaro...
Andrea Dovizioso sulla gara di Brno

Andrea Dovizioso sulla gara di Brno: “Tanti problemi”

0
Dopo un 18° posto in qualifica ed un 11° in gara, Andrea Dovizioso dice la sua sulla gara di Brno. Le ore...
Valentino Rossi sulla gara di Brno

Valentino Rossi sulla gara di Brno: “Mi sono divertito”

0
La gara di Brno è stata sorprendente sotto diversi punti di vista: la pole di Johann Zarco, la vittoria di Brad Binder...