domenica, Giugno 23, 2024
HomeMarchiKawasakiKawasaki Versys ibrida? Si ma a patto che...

Kawasaki Versys ibrida? Si ma a patto che…

Da anni si parla di una potenziale Kawasaki ibrida: ora che sulla Eliminator e la Versys il sogno sta diventando realtà, ci si pongono delle domande.

Sia la Kawasaki Versys che Eliminator in versione ibrida

La casa di Akashi legge bene le pagine del futuro e si diverte a tradurle in una spinta propulsiva utile. Per se stessa, ma anche per l’ambiente. Il concetto è il seguente: “Se ho dei prodotti validi, poliedrici ed adatti al viaggio quanto all’utilizzo in città, perché non combinare un motore potente ad un ausilio ibrido?”.

I vantaggi sono molteplici. Un mezzo più silenzioso ed green per il quale l’ambiente ci ringrazierà. E poi un consistente abbattimento dei consumi nelle fasi più critiche della guida: le ripartenze e le riprese. Il tutto senza rinunciare alla grinta quando si apre il gas. Anzi, ci sarà ancor più coppia motrice.

Qualcuno potrebbe dire…

“Ma a me piace il motore endotermico, il profumo della benzina e soprattutto il sound.” Benissimo, in questo modo si combinano al meglio tutti i tipi di esigenze. Il motore elettrico fa risparmiare sulle emissioni e sui consumi del motore endotermico che, dalla sua, mantiene inalterato il suo fascino ed i suoi punti di forza. Meglio di così?

Ma poi, nelle auto si tratta di una soluzione che va per la maggiore. Che le nostre città premiano ed i consumatori apprezzano. Ferma restando la schiera dei più convinti per i quali il caro vecchio aspirato rappresenti il concetto di guida.

Per tutti è tutto qui

A sbiadire i contorni fiabeschi di questa soluzione, ci si mette la dinamica. Concetto attorno al quale ruota la guida di un mezzo a due ruote. Un motore elettrico porterebbe un aumento considerevole del peso e, se in frenata si può ovviare facilmente a tale problema, non è così in piega.

Gli ingegneri dovranno essere bravi a spalmare il peso del pacco batterie in maniera omogenea, anche per non affaticare il guidatore nei lunghi tragitti. Non solo, tra la fase di rilascio (senza gas ne freni) in cui il motore elettrico si ricarica e quella di accelerazione con il motore termico, la transizione dovrà essere fluida e senza contraccolpi.

Qualora riusciranno nell’impresa, avranno tutta la benedizione del pubblico.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Crash Pirro CIV Mugello 2024-min

Crash Pirro CIV Mugello 2024. C’è ancora domani

0
Gara 1 del CIV 2024 al Mugello termina con un crash per il leader di campionato Michele Pirro. Tanta pressione, ma nulla di irreparabile. Il...
CIV Mugello 2024-min (1)

CIV Mugello 2024: la valle della vita

0
Questo fine settimana, il CIV 2024 si trova al Mugello per il 3° appuntamento della stagione. La pista è davvero incredibile. Il Mugello ospita il...
Addio Guido Mancini-min

Addio Guido Mancini. Il mago della moto…e dei piloti

0
L'estate che ci sta per aggredire la pelle si apre con una brutta notizia: dobbiamo dire addio a Guido "Mago" Mancini, spentosi ad 85...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.