mercoledì, Settembre 23, 2020
Home News Manutenzione della moto da Fuoristrada. Consigli utili

Manutenzione della moto da Fuoristrada. Consigli utili

Questo periodo di inattività porta una preziosa opportunità: svolgere la corretta manutenzione della moto da Fuoristrada. Si tratta di mezzi esposti a qualsiasi intemperia, ma non per questo vanno trascurate. Anzi, essendo il loro habitat così impervio, devono essere sempre “a puntino”.

Chi ben comincia…

Il fuoristrada, si sa, stanca. Dobbiamo però forzare la nostra stanchezza e lavare la moto il prima possibile. Ci sporcheremo meno noi e la nostra attrezzatura. Più tempo passerà tra l’ultimo utilizzo e la pulizia, più quest’ultima sarà faticosa.
Il terminale va tappato. Per le plastiche si possono usare prodotti neutri, validi anche per la sella, il manubrio ed il telaio. Le parti in movimento richiedono invece prodotti specifici. Il reparto trasmissione ed il motore accumulano grasso ed olio. Ci sono molti prodotti studiati apposta per non aggredire eventuali componenti in carbonio.

Risciacquo ed asciugatura

Successivamente, possiamo rimuovere la sella per una pulizia più approfondita: questo porterà l’acqua nell’Air Box. Quindi, appoggiatela ad un muretto, in verticale. Fate attenzione che l’acqua defluisca, anzichè depositarsi tra la sella ed il supporto. In questo frangente possiamo sfruttare il getto dell’idropulitrice: più questo sarà potente, meglio laveremo la nostra moto. La fisica elementare ci suggerisce di bagnarla dall’alto verso il basso; dal retrotreno fino alla ruota anteriore.
Valutate, se possibile, di sdraiare la moto a terra, per pulire bene anche le sospensioni, il paramotore ed i parafanghi. Sono zone inclini a sporcarsi.
Prima di rimontare sella e filtro, asciugate tutto con aria compressa. L’Optimum sarebbe l’intramontabile pistola, altrimenti una piccola bomboletta d’aria compressa va benissimo. Asciugate bene i comandi elettrici sul manubrio, i passacavi, gli snodi, i biellismi, i mozzi, le pedane e le leve. Lasciate girare il motore al minimo per far evaporare l’acqua residua.

Manutenzione della moto da Fuoristrada

Dopo aver asciugato la moto, spruzzeremo un prodotto spray a base siliconica (es. WD-40) sui comandi, onde evitare che si formi ruggine. È vitale ingrassare la catena con un lubrificante dedicato, e lasciarlo agire. Il diluente presente nel grasso evaporerà, facendolo agire e lubrificando la trasmissione.
Per migliorare ulteriormente la nostra opera, bastano circa 10€: spruzzando un prodotto lucidante e protettivo per plastiche, creeremo una sorta di patina che limiterà, per quanto possibile, l’ancoraggio di fango e terra. MAI applicarlo su sella e pedane: diventeranno scivolose. 
Quale che siano i prodotti che scegliete di utilizzare, vale una regola d’oro: non applicateli direttamente sul mezzo. Impregnate con essi uno straccio, in modo da non aggredire il componente interessato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Tech3 senza sponsor nel 2021

Tech3 senza sponsor nel 2021, se RedBull abbandona

0
Il team Tech3 rischia di rimanere senza sponsor sulle carene nel 2021. L'eventuale abbandono di RedBull sarebbe un duro colpo per il...

Marc Marquez vuole tornare: “Magari a fine stagione…”

0
Dalla sua casa di Cervera (suo paese natale), l'8 volte Campione del Mondo catalano ha rilasciato una lunga intervista circa le sue...
Voge Brivido 500R

Voge Brivido 500R. A meno di 5.000 euro

0
Ha un prezzo davvero competitivo e un design aggressivo dalle forme spigolose, che lasciano trapelare la sua voglia racing. E’ la Voge...