mercoledì, Maggio 22, 2024
HomeSportMotoGPMarc Marquez in Qatar 2024 scopre un'altra MotoGP

Marc Marquez in Qatar 2024 scopre un’altra MotoGP

Durante la gara di MotoGP 2024 in Qatar, Marc Marquez appare diverso da come lo avevamo sempre visto. Episodio isolato o nuovo inizio?

La MotoGP 2024 ritrova Marc Marquez in Qatar

Le luci si spengono. Pronti? Via! Marc Marquez parte convinto dalla 4° posizione. Prima roba, come dicono in Romagna, si toglie di mezzo Aleix Espargaro che nella Sprint Race gli ha tolto il podio. Pecco Bagnaia scappa via, tirandosi dietro Brad Binder (e così arriveranno). Lì dietro, restano lui e Jorge Martin a giocarsi il podio. Come sfrutterà questa Ducati?

Come vediamo da ormai un paio d’anni, Marc ha ancora una gran staccata ed un rapido inserimento in curva, ma in uscita non è altrettanto rapido che altri nel raddrizzare la moto per spalancare il gas al 100%. Area in cui Jorge Martin è (e Dani Pedrosa era) fortissimo.

Riflesso condizionato

Questo riflesso viene dagli anni in Honda. Nei primi 3 anni, era davvero un funambolo: moto sempre di traverso e cambi di direzione fulminei. Dal 2017 al 2019, la fase d’ingresso si è ripulita, ma rispetto a rivali come Valentino Rossi, Jorge Lorenzo o Alex Rins, spende meno metri a moto piegata. Traiettorie strettissime e tanto controllo.

Ora che guida una moto più stabile e neutra, riuscirà ad avere indietro le stesse sensazioni dalla moto? Qualsiasi mezzo, performante quanto vogliamo, deve restituirci e trasferirci delle sensazioni. Altrimenti non lo porteremo mai al limite.

La vendetta

In questa fase di apprendimento ed adattamento, Marc scopre ogni volta cose nuove. Dietro a Jorge, sa di poter recuperare in alcuni punti (nel T3 e T4), ma in uscita dall’ultima curva perde metri preziosi. Che dovrà poi recuperare alla staccata di Curva 1.

Pedro Acosta MotoGP Qatar 2024-min

Nel frattempo, gli si avvicina Pedro Acosta. Marc prova a resistergli e spezzargli il ritmo, ma riceve una sonora porta in faccia. Allora, è il caso di ragionare: quello lì è venuto su così rapido e, quand’anche riuscisse ad agganciare Martin, dovrà superarlo. Difficilmente avrà abbastanza gomma per tenergli testa. Ipso facto, Pedro mollerà e Marc ripasserà.

Il senso della gara

A mio avviso, Marquez è stato bravo qui. Non ha vinto di forza, ma di astuzia. Non ha inutilmente rischiato per riprendere Martin ed ha preferito studiare Acosta. Una volta realizzato di essere più in comfort, ha guidato più smooth e si è conquistato un 4° posto.

E’ andato in Ducati per questo? Assolutamente no! Possiamo pretendere che vinca un mondiale così? Nemmeno. Ha faticosamente imparato, complice una moto che glielo consente, a non strafare? La risposta è nel 5° e 4° posto di questo fine settimana. Primo fra i piloti della Desmosedici GP23, su una pista che non ha mai amato.

Federico Trombetti
Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

CFMoto 500SR Voom-min

CFMoto 500SR Voom. Leggete che motore ha!

0
CFMoto ed il tuner Modena40 lanciano la 500SR Voom: un progetto eclettico, forse indefinito, ma molto fascinoso. E poi con quel motore... CFMoto 500SR Voom:...

Royal Enfield Him-E. Praticamente una Himalayan elettrica che…

0
Royal Enfield ufficializza la produzione della Him-E: una versione elettrica della fortunata Himalayan che arriverà nel 2027. D'altronde ce la ricordiamo dallo scorso EICMA. Royal...
Honda Africa Twin radar telecamere-min

Sulla Honda Africa Twin arrivano la telecamera ed i radar

0
Africa Twin è il non plus ultra della moto versatile, per giunta prodotta da Honda: e se vi dicessimo che adesso avrà anche una...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.