mercoledì, Maggio 22, 2024
HomeSportMotoGPMarquez Bagnaia MotoGP Francia 2024. Ragione e sentimento

Marquez Bagnaia MotoGP Francia 2024. Ragione e sentimento

Durante l’ultimo giro della MotoGP 2024 in Francia, Marc Marquez sferra su Pecco Bagnaia un sorpasso atomico. Ma è stato solo istinto?

La MotoGP 2024 in Francia ci offre Marquez VS Bagnaia

Dopo una gara intera dietro alle costole di Jorge Martin, Pecco Bagnaia si vede recuperare terreno da Marc Marquez. Il catalano del team Gresini vuole a tutti i costi la sella ufficiale per il prossimo anno ed intende guadagnarsela sul campo. All’ultimo giro, tutto può ancora succedere. Non potendo agguantare Martin, Marquez vuole il 2° posto di Bagnaia.

E come ottenerlo? Con un sorpasso. Nello scambio tra la 2 e la 3? Troppo lontano. In staccata alla 5 o alla 7? No, c’è troppo da perdere in accelerazione. Allora alla 9? Eh la 9 si presta bene all’opera.

La nona

Alla 9, come descritto ampiamente nel crash di Bezzecchi, si arriva ad oltre 300 km/h in 5° piena (o in 6°, dipende dalla rapportatura del cambio). Si scalano 3 o 4 marce per affrontare il cambio di direzione per la 10. Con la sua guida chirurgica, Pecco Bagnaia si porta tutto a destra per impostare una traiettoria accademica.

Marc Marquez esce dalla scia del rivale e ritarda visibilmente il punto di frenata. O meglio, non sappiamo se abbia preso in mano la leva prima o dopo l’italiano. Di sicuro, ha portato più velocità in curva. E, cosa molto importante, è andato ad occupare proprio la toppa d’asfalto preferita del suo avversario.

Questa è casa mia

A questo punto, Pecco non ha potuto accelerare. Di più, ci ha provato ma ha dovuto chiudere. Questo gli ha fatto perdere tempo e, col senno di poi, la possibilità di riavvicinarsi al rivale. Alla luce di questo, cosa scopriamo? Che il sorpasso di Marc, sia pur rischioso, non è stato un colpo di testa, bensì il frutto di un ragionamento scientifico.

Farlo all’ultimo giro significa mettere a frutto quanto appreso durante tutta la gara. E soprattutto, precludere al rivale ogni possibilità di replica. Intanto, la gara l’hanno vista anche Gigi Dall’Igna, Davide Tardozzi e Claudio Domenicali. Ne terranno conto nelle settimane a venire. Quindi…venite e vedrete.

Federico Trombetti
Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

CFMoto 500SR Voom-min

CFMoto 500SR Voom. Leggete che motore ha!

0
CFMoto ed il tuner Modena40 lanciano la 500SR Voom: un progetto eclettico, forse indefinito, ma molto fascinoso. E poi con quel motore... CFMoto 500SR Voom:...

Royal Enfield Him-E. Praticamente una Himalayan elettrica che…

0
Royal Enfield ufficializza la produzione della Him-E: una versione elettrica della fortunata Himalayan che arriverà nel 2027. D'altronde ce la ricordiamo dallo scorso EICMA. Royal...
Honda Africa Twin radar telecamere-min

Sulla Honda Africa Twin arrivano la telecamera ed i radar

0
Africa Twin è il non plus ultra della moto versatile, per giunta prodotta da Honda: e se vi dicessimo che adesso avrà anche una...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.