domenica, Maggio 26, 2024
HomeAltre NewsMatteo Salvini e la Vespa Piaggio del 1965

Matteo Salvini e la Vespa Piaggio del 1965

Il ministro delle infrastrutture e dei trasporti Matteo Salvini consegna a Cremona la prima targa storica ad una Vespa Piaggio del 1965. Dopotutto, avevamo ben presenti i suoi gusti.

La Vespa Piaggio e Matteo Salvini

Non è utopia ipotizzare il nome del leghista più noto degli ultimi anni accanto a quelli del motociclo più in voga del mondo. Che poi l’ex vice-premier avesse una certa nostalgia di periodi storici anche antecedenti alla Vespa Piaggio (e grazie a creature simili, dimenticati) lo si sapeva da tempi non sospetti. Ma fa un certo effetto vederlo accostato ad una Vespa del 1965. Il motivo è molto semplice.

Nel cremonese, il proprietario di un esemplare della casa di Pontedera (LU) ha ricevuto questa targa storica. A consegnargliela a casa, il ministro in persona.

Matteo Salvini, Ministro delle infrastrutture e dei trasporti:

“Questa è una giornata celebrativa, che premia tutti gli sforzi fatti da noi in questo periodo. Una targa storia FMI è un riconoscimento di grande valore e prestigio. Da parte nostra stiamo tutelando molto i motociclisti. Ad esempio, stiamo investendo circa 60 milioni di euro per la restaurazione ed il ripristino di alcuni guard-rail, al fine di salvare la loro incolumità”.

Presenti alla cerimonia diversi esponenti politici. Evidentemente tutti appassionati ed interessati a promuovere una passione che sta scomparendo. Ma perché accade ciò? E’ solo da ritenersi colpa del “social-centrismo”? O forse si tratta di un hobby sempre più costoso e per questo elitario?

O ancora, non sarà forse la pericolosità e la sostanziale noncuranza delle politiche interne a spegnerla? Come dice il Ministro, ristrutturale i guard-rail può salvare diverse vite. Si, vite: non è esagerato parlare di esse. Ed il fatto che delle onorificenze siano appannaggio di soli mezzi costruiti quasi 60 anni fa e progettati dopo il II° Dopoguerra non è incoraggiante. Non è finita la partita, vero?

Federico Trombetti
Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Crash Fernandez Sprint Race Catalunya 2024-min

Crash Fernandez Sprint Race Catalunya 2024. Un po’ di pazienza!

0
Così come per Pecco Bagnaia, anche per Raùl Fernandez la Sprint Race di Catalunya 2024 si chiude con un crash. Era primo anche lui. Il...
Crash Bagnaia Sprint Race Catalunya 2024-min

Crash Bagnaia Sprint Race Catalunya 2024. Il mondiale è andato

0
La Sprint Race in Catalunya 2024 di Pecco Bagnaia si conclude con un crash all'ultimo giro in curva 5. Mentre era primo, per giunta....
Mercandelli Gara 1 CIV Vallelunga 2024-min

Mercandelli Gara 1 CIV Vallelunga 2024: “Questa SBK mi piace”

0
In Gara 1 del CIV SBK 2024 a Vallelunga, Roberto Mercandelli conquista la piazza d'onore dopo aver tenuto dietro Michele Pirro per molti giri. Mercandelli...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.