domenica, Giugno 23, 2024
HomeMarchiApriliaMiguel Oliveira Aprilia All Stars 2024: "Max Biaggi va ancora fortissimo"

Miguel Oliveira Aprilia All Stars 2024: “Max Biaggi va ancora fortissimo”

Presso l’evento Aprilia All Stars 2024 abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con Miguel Oliveira. Arrivato in Aprilia nel 2023 dopo 4 anni di KTM, assorbe un po’ di quella genuina italianità che piace agli appassionati del marchio. Dopotutto, parliamo di mezzi realizzati interamente in Veneto, a Noale (VE).

Aprilia All Stars 2024 con Miguel Oliveira

Nelle qualifiche per la gara con la RS 660, Miguel ha girato in 1:45.464′ con una moto interamente di serie. Nonostante guidi con uno stile più moderno rispetto a molti dei suoi avversari, lui ha comunque molto rispetto per la storia di Aprilia. Compresi i piloti che l’hanno costruita.

Ciao Miguel. Tu che sei abituato alle MotoGP che hanno ormai 270-280 cv, cosa riesci a trovare di divertente sulla RS 660?

“Ciao. Allora, sono moto molto diverse tra loro. Talmente diverse che non mi viene neppure di paragonarle tra loro. Però è vero che sulla 660 ci si diverte molto. E’ una moto piccola, leggera e poco potente. E riesco comunque ad avere una percorrenza di curva molto veloce.”

E poi parliamo di moto completamente di serie. Fabio (Gilardenghi, NDA) ci ha detto che hanno persino le pedane originali. In piega, non rischi di toccarle?

“Si, mi succede, ma quello è buono. E’ come avere un sensore che, quando sto piegando troppo, rialza la moto. Come avrai visto, ci sporgiamo molto con il busto, ma non tocchiamo con il gomito. Almeno, non io.”

E se comunque riesce a girare in 1:45, significa che almeno su queste moto non è indispensabile.

E visto che tra poco ci sarà la gara, chi vedi come vincitore? Oltre a te, ovviamente…

“Ci sono tanti piloti che possono andare forte con questa moto. Le scie contano molto e, non avendo molta potenza, è facile perdere o guadagnare metri. Prima dicevi Alex Gramigni, ma a me spaventa più Max Biaggi. Ha più di 50 anni, ma va ancora forte.”

Federico Trombetti
Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Crash Pirro CIV Mugello 2024-min

Crash Pirro CIV Mugello 2024. C’è ancora domani

0
Gara 1 del CIV 2024 al Mugello termina con un crash per il leader di campionato Michele Pirro. Tanta pressione, ma nulla di irreparabile. Il...
CIV Mugello 2024-min (1)

CIV Mugello 2024: la valle della vita

0
Questo fine settimana, il CIV 2024 si trova al Mugello per il 3° appuntamento della stagione. La pista è davvero incredibile. Il Mugello ospita il...
Addio Guido Mancini-min

Addio Guido Mancini. Il mago della moto…e dei piloti

0
L'estate che ci sta per aggredire la pelle si apre con una brutta notizia: dobbiamo dire addio a Guido "Mago" Mancini, spentosi ad 85...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.