domenica, Luglio 3, 2022
HomeSportMotoGPMir e Rins MotoGP Le Mans 2022: 2 errori casuali?

Mir e Rins MotoGP Le Mans 2022: 2 errori casuali?

Mir e Rins cadono entrambi nella gara di MotoGP 2022 a Le Mans. Il fatto che Suzuki abbia inaspettatamente annunciato il ritiro a fine anno, fa pensare a 2 errori di nervosismo. E vediamo perché.

Mir e Rins cadono nella MotoGP 2022 a Le Mans

Joan Mir era partito piuttosto bene ieri. Un bel passo per stare in zona podio e nessun accenno di forzatura. Ma la grande velocità di percorrenza della Suzuki può trarre in inganno. Tant’è vero che il Campione del Mondo di MotoGP 2020 ha cercato di capitalizzare questa caratteristica per guadagnare nel raccordo tra la penultima e l’ultima curva. Ma l’anteriore della sua GSX-RR non è stato d’accordo e si è chiuso. Allo stesso modo (e nello stesso punto), cadrà qualche giro dopo Pecco Bagnaia.

Alex Rins non era invece della partita. Nel tentativo di non lasciar scappare il gruppetto “buono”, il catalano è arrivato fortissimo nella 1° curva, ma si è reso conto di non poter rilasciare i freni in tempo per impostare curva 2. Per evitare una rovinosa anteriorata, Rins ha tirato dritto nella ghiaia, sperando di emulare le gesta di Johann Zarco. Ma a lui non è riuscito il miracolo e, rientrando in pista, si è reso protagonista di un brutto highside.

Cose che capitano

Soprattutto quando annunci un ritiro con 15 gare di anticipo. Il clima nel box può anche tenere (dopotutto, team e casa madre sono 2 entità distinte), ma il nervosismo confluisce inevitabilmente in pista. E a poco serve la coesione umana se gli strumenti tecnici hanno le ore contate. Ecco quindi che chi c’è si guardi intorno per restarci.

Ruba bandiera

Questo è il gioco che sembra stiano facendo i piloti Suzuki. Appreso il ritiro della casa giapponese a fine anno, Rins e Mir si ritrovano senza una sella per il 2023. Ferme restando le loro indubbie doti, è chiaro che i team con i piloti “in scadenza” li stiano contattando. E quale miglior occasione del mettersi in mostra in gara? Comprensibile quindi che i 2 abbiano strafatto nella speranza di attirare qualche sguardo.

Federico Trombetti
Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Posizione in sella

Posizione in sella: leve, manubri e pedane

0
Un elemento a cui bisogna dedicare molta attenzione: la ricerca della corretta posizione in sella, tramite la regolazione di leve, manubri e pedane. Accortezze...
Ducati MotoE Tecnica

Ducati MotoE: nel vivo della tecnica

0
Ducati svela alcuni dettagli nella scheda tecnica della V21L che a partire dal 2023 monopolizzerà la MotoE. Un passo in avanti che dissipa la...
Aprilia All Stars 2020

Aprilia vincitrice del Love Brands 2022.

0
Aprilia vince il Love Brands 2022: un contest che premia i brand più amati nelle varie nazioni. Ed in Italia, la casa veneta è...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.