sabato, Aprile 20, 2024
HomeElettricoMoto a guida autonoma. Non è Tesla ma arriva dalla Cina

Moto a guida autonoma. Non è Tesla ma arriva dalla Cina

Il futuro della mobilità sembrerebbe portare verso questa direzione, dove alcune case automobilistiche da anni stanno sperimentando soluzioni innovative di guida. Ed ora dalla cina arriva la prima moto a guida autonoma.

Si tratta di una moto dallo stile caffè racer denominata Davinci DC100, dalle linee decisamente minimal e parte del costruttore cinese Davinci Dynamics.

Tramite un controllo remoto, il futuristico mezzo a due ruote potrebbe riuscire a spostarsi da solo ad una velocità di percorrenza minima.

Tutti noi Smanettoni abbiamo già scortato il naso, ma a pensarci bene il futuro della mobilità si sta dirigendo verso la costruzione di queste motociclette.

Conosciamo la moto a guida autonoma

Ci sono voluti sette anni di progettazione, da parte del brand cinese, tra ricerche e studi per riuscire ad ottenere il risultato definitivo che vi stiamo mostrando in foto.

Ma quello che più incuriosisce noi motociclisti è decisamente la guida autonoma, ereditata probabilmente dalle vetture a quattro ruote come Tesla.

Ma entriamo nei dettagli di DC100; motore integrato nella ruota posteriore, con una potenza massima di 137 cv e una coppia di 850 Nm. La sua velocità massima è di 200km/h, con una accelerazione da 0 a 100 km/h in tre secondi.

L’autonomia garantisce una percorrenza massima di 357 km, mentre l’accumulatore al litio da 17,7 kWh riesce a ricaricarsi all’80% in circa mezz’ora.

Un robot a due ruote

E’ questa la denominazione che ha dato proprio il costruttore, definendola un robot a due ruote, per via dei suoi numerosi sensori, che la rendono un mezzo sicuro su strada.

Sensori e batteria sono tutti nascosti sotto la carenatura, dalle linee minimal ma anche decisamente accattivanti.

Tutti gli strumenti all’interno della moto a guida autonoma, sono in grado di rilevare temperatura ambientale, angolo di piega, tipologia di terreno che si sta percorrendo in quel momento, il carico, la velocità e l’accelerazione.

Il sistema di cui è dotata è invece in grado di raccogliere tutta una serie di informazioni per garantire la giusta erogazione di potenza e performance di tutto rispetto.

L’Hill-start Assist Control viene in aiuto durante le partenze in salita, mentre il Ride Assist fino a 7 km/h garantisce delle partenze senza scatto; infine a recuperare l’energia e a regolare la velocità in discesa ci pensa il Downhill Assist Control.

Questo sistema recupera infine l’energia accumulata, controlla la frenata combinata, la trazione e rende la retromarcia più fluida.

Moto a guida autonoma Davinci DC100

La moto del nostro futuro

Questa potrebbe essere a tutti gli effetti la nostra prossima moto del futuro, anche grazie agli aggiornamenti OTA, dove tutti i suoi movimenti e azioni possono sempre essere migliorate e aumentate.

Ma molto presto arriverà anche un’altra funzione, quella dell’autobilanciamento, consentito attraverso un servosterzo elettronico che garantirà alla moto di restare in equilibrio da sola e senza il bisogno del pilota.

Questa funzione è già presente su alcuni prototipi e i comandi vengono infine gestiti da un’apposita App, in grado di monitorare da remoto la moto, oltre a servire come chiave digitale per poterla avviare.

Altri mezzi simili

Questa però non è la prima volta vediamo mezzi a due ruote con caratteristiche simili; Honda e Yamaha hanno già presentato tempo fa alcuni loro concept che però non hai mai visto la luce.

Al contrario la DC100 è già disponibile per essere acquistata con prevendita; con un anticipo da 150,00 euro si può già ordinare, per poi saldare il conto alla consegna prevista per luglio 2022, per un costo totale di 26.000 euro.

Thomas Bressani
Thomas Bressani
Thomas Bressani vive e nasce a Milano nel 1983, città di cui ne sente strettamente i legami. Per lui tutte le strade portano, ed escono per fortuna, da questa città. Affascinato da tutto ciò che lo circonda e dal mondo creativo, frequenta il liceo artistico e succesivamente l'Accademia di Belle Arti di Brera a Milano. Appassionato di Design, Arte, Grafica, Fotografia e Sport. E' a quest'ultimo a cui dedica buona parte del suo tempo libero, dopo un passato da playmaker nell'Olimpia Milano, si dedica al Taekwondo come atleta agonista e istruttore, arrivando a diplomarsi cintura nera di II Dan. Appassionato sin da ragazzino al mondo delle due ruote, la sua prima presa di contatto avviene a 14 anni con il primo motorino, da li in poi la crescita avviene naturale, 125, 600 e 1000 saranno le moto che lo accompagneranno nella sua vita. Non sopporta il passato di verdure, le code in auto, quelli che "voglio ma non posso" e chi parla troppo di prima mattina.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

WorldSBK Assen 2024 vincitore-min

WorldSBK Assen 2024: sai che il vincitore potrebbe essere Johnny?

0
Questo fine settimana, il WorldSBK 2024 farà tappa ad Assen e noi abbiamo individuato nel 6 volte Campione del Mondo il possibile vincitore. Il...
Valentino Rossi nel 2021

20 anni dalla prima vittoria di Valentino Rossi con la Yamaha

0
Esattamente 20 anni fa, Valentino Rossi conquistava la sua prima vittoria in sella alla Yamaha M1. Siamo a Welkom, in Sudafrica e… Prima vittoria di...
Luca Salvadori SBK 2024-min

Luca Salvadori nel 2024 correrà con la Panigale V4 SBK

0
Esatto: nel 2024, Luca Salvadori correrà con una Ducati Panigale V4R versione SBK del team GoEleven. Lo stesso che schiera Andrea Iannone in WorldSBK. Ma...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.