lunedì, Agosto 15, 2022
HomeMarchiKTMKTM E-Duke: la moto elettrica di Mattighofen

KTM E-Duke: la moto elettrica di Mattighofen

KTM crea in collaborazione con Husqvarna la E-Duke: una grande rivoluzione a forma di piccola moto elettrica. Tilt o Jolly? Si, perché se molti ecologisti e sostenitori del green applaudiranno a questa dolce novità, altrettanti affezionati del marchio (e delle sue peculiarità) potrebbero storcere il naso.

Una moto KTM elettrica?

Tu quoque Brute! La leggenda volle che Giulio Cesare pronunciò queste parole in punto di morte, sentendosi tradito dal figlio Bruto che decise di sacrificarlo. E’ lo stesso concetto che potrebbero esclamare gli utenti KTM, in molteplici lingue diverse, sentendosi lesi nel loro spirito ribelle. Già, perché se c’è un marchio che da sempre ispira alla ribellione, la libertà di elaborare i propri prodotti (a dispetto della tag-line “Ready to Race”), quello è proprio KTM. Cosa si prova a vedere un traliccio arancione celare un inespressivo motore elettrico? Quale sensazioni può mai destare il sibilo della batteria in funzione, in luogo di uno scarico aperto e tonante? Eppure, il futuro sembra correre più veloce della passione.

Si chiamerà Futura

Ebbene, anziché lottare contro l’inevitabile evoluzione, KTM ed Husqvarna si presentano al tavolo da gioco con la E-Duke: una moto elettrica in formato tascabile. Batteria da 5,5 Kw per delle prestazioni affini a quelle di un 125 4t. Uno spunto di tutto rispetto nel traffico cittadino e nei percorsi più tortuosi. Gli stessi, dopotutto, in cui le creature KTM esaltano le loro doti telaistiche e ciclistiche. Un’interpretazione dei nuovi trend che da anni puntano sull’ecologia e l’ambientalismo anziché sul divertimento. Che poi, un telaio c’è, una ciclistica anche: divertimento ce ne sarà ad ogni modo.

Meteora

La KTM E-Duke sarà prodotta in India, in collaborazione con Bajaj. Detto ciò, la casa austriaca ci tiene a precisare la chiave di lettura di questa moto: un’esperimento a forma di parentesi graffa, che non avvierà un ciclo di produzione elettrico (ma c’è chi parlava così anche dei motori 4 tempi). Quindi, amanti più smanettoni del marchio, non temete: la vostra passione è al sicuro!

Federico Trombetti
Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Bastianini Martin Ducati ufficiale-min

Bastianini o Martin: chi ci va sulla Ducati ufficiale?

0
Dopo il GP di Austria, Ducati annuncerà il nome del pilota che andrà a sostituire Jack Miller nel team ufficiale: Enea Bastianini o Jorge...
Fabio Quartararo Honda

Limiti di peso e altezza in MotoGP e WorldSBK: sarebbero necessari?

0
Negli ultimi tempi si discute l'introduzione di limiti di peso e altezza in MotoGP e WorldSBK. In campionati così tirati, ogni minimo dettaglio è...
Variatore Polini Yamaha XMax 125-min

Variatore Polini per Yamaha XMax 125: più brio

0
E' in vendita il nuovo variatore Polini Maxi Hi-speed per dare allo scooter Yamaha XMax 125 un maggior spunto in tutte le situazioni. Anche...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.