mercoledì, Dicembre 1, 2021
HomeNewsOli Bayliss nel 2022 al World Supersport con la Ducati Panigale V2

Oli Bayliss nel 2022 al World Supersport con la Ducati Panigale V2

Il padre è ormai parte della storia della Superbike ed ora il figlio di Troy, Oli Bayliss entra nel 2022 a far parte del Barni Racing Team, dove dall’anno prossimo gareggerà con la Ducati Panigale V2 nel mondiale Supersport.

Non sarà come quando il padre arrivò in Superbike da sconosciuto e rubò i cuori degli amanti della rossa di Borgo Panigale, alla ricerca dell’erede al trono lasciato a sorpresa, dal “King” Carl Fogarty.

Era il 2000 e Troy Bayliss entrò nel box Ducati in punta di piedi e ne uscì tra gli applausi di chi aveva appena trovato un nuovo idolo. Eravamo a stagione in corso e dopo l’infortunio del quattro volte iridato, sulla 996 si erano già avvicendati l’australiano e Cadalora, ma senza aver convinto.

Galeotto fu il round di Monza e quel sorpasso incredibile, in Gara2, in cui Troy, chiamato a gran voce da Di Pillo: “Bayliss, Bayliss, incredibile staccata!” Infilò niente meno che Edwards, Chili, Haga e Yanagawa. Fu un tripudio e l’inizio di una storia che annovera gare memorabili, tre titoli WorldSBK e un posto speciale nel cuore degli appassionati delle derivate di serie.

Oil Bayliss 2022

Oli Bayliss nel 2022 al World Supersport

A distanza di oltre vent’anni da quella manovra all’ingresso della prima variante, Oli, figlio di una leggenda, segue le orme del padre, entrando a far parte del Barni Racing Team con cui disputerà il WorldSSP sulla Panigale 955 V2.

Buon sangue non mente e se si pensa alla dotazione tecnica, la “panigalina” con cui il Team bergamasco ha già partecipato al National Trophy 2021, carpendone i segreti con Nicholas Spinelli, possiamo aggiungere che Bayliss jr., nel 2021, ha portato la V4 R alla vittoria nell’ASBK.

“Sono davvero felice di annunciare che correrò con il Barni Racing Team nel Campionato del Mondo Supersport in sella alla Ducati Panigale V2. Ho terminato il mio percorso scolastico, questo significa che adesso posso concentrarmi unicamente sul correre in moto e sugli allenamenti”.

Il nuovo Bayliss che arriva dall’Australia promette bene, ma è altrettanto bene non attendersi un remake di Monza 2000 alla prima occasione. Meglio investire su un talento giovane che, con un cognome importante e un DNA da sfruttare, porti Ducati e tutti gli appassionati, nella nuova era della Supersport.

Alex Ricci
Nato a Faenza (RA) nel 1979, ma originario di Fusignano, da padre orgogliosamente romagnolo e madre ladina della provincia di Belluno. Motociclista. Scrittore "neo neo neo realista". Reporter freelance, per qualcuno anche fotografo. Divulgatore di motociclismo, collaboro con smanettoni.net. Amo la letteratura, la musica, suono il basso, adoro Sting e i Depeche Mode. Appassionato di storia, di geografia e letteratura. Il mio scrittore preferito è Ernst Junger, il mio reporter di riferimento: Ryszard Kapuściński. Mi piace raccontare storie.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Max Biaggi record velocità

Max Biaggi record velocità. Sfondato il muro dei 450km/h

0
In questi giorni Max Biaggi è tornato sulla Voxan per decollare e distruggere un altro record di velocità con moto elettriche. Era infatti suo il...
Nolan N80-8 e Nolan N60-6

Nolan N80-8 e Nolan N60-6. Due nuovi integrali per festeggiare i 50 anni

0
La collezione 2022 dell'azienda bergamasca, vede l'arrivo di due nuovi modelli integrali e in policarbonato, sono i caschi Nolan N80-8 e Nolan N60-6. Due integrali,...
Antonio Cairoli Supercross

Antonio Cairoli Supercross. Il Campione brilla a Parigi

0
Questo weekend Antonio Cairoli ha corso il Supercross De Paris conquistando un podio glorioso nella terza manche facendo emozionare i tifosi Italiani. Un dominio assoluto...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.