domenica, Giugno 23, 2024
HomeSportMotoGPPecco Bagnaia MotoGP Mugello 2024. Cosa fatta capo ha

Pecco Bagnaia MotoGP Mugello 2024. Cosa fatta capo ha

Nel weekend della MotoGP 2024 al Mugello, Pecco Bagnaia non ha solo vinto e stravinto: ha dimostrato che, in bolla, è ancora capace di tutto.

MotoGP 2024 al Mugello color Pecco Bagnaia

E’ il GP di casa, in sella alla Ducati Desmosedici GP24 del team factory, con il n°1 sul cupolino. Se non è pressione questa, cos’altro può mai esserlo? Eppure il Campione del Mondo in carica si comporta proprio…da Campione. Non sfascia il cronometro al Venerdì ed in Q2 manca la pole position.

Ma in gara sa di averne di più. In 3 curve è già in testa, tanto nella Sprint Race quanto nella gara lunga. E da lì, non lo vede più nessuno. Tanto nella Sprint Race quanto nella gara lunga. Un ritmo imprendibile per gli avversari. Eppure da fuori sembra andare pianiiissimo.

Eppur (non) si muove

Prendete un onboard a caso di un qualsiasi pilota. Noterete un sollevamento del busto in staccata; poi una discesa in piega per inserire la moto in curva; quindi un raddrizzamento a molla della moto dal punto di corda in poi, con il busto che scende e ruota, la moto che torna di scatto nella posizione originaria e il braccio esterno che con un colpetto si distende.

Ecco, Pecco Bagnaia compie questi movimenti con estrema continuità. Non c’è uno scatto, un colpetto, un imperfezione, un’interruzione. E’ tutto un flusso indisturbato che, sulle piste scorrevoli ed armoniche, in sella al mezzo giusto porta ad andare fortissimo senza sforzo. La controprova ce la da la costanza cronometrica.

Fatti non foste a vivere come bruti

Visto che al Mugello è in provincia di Firenze, diventa tutta una citazione dantesca. Gli altri sono avversari velocissimi che però, momentaneamente, non dispongono di questa stessa armonia in sella, che qui è necessaria. Per la par condicio su piste a V come Motegi è secondaria.

Jorge Martin, si sdraia fino a consumare le spalle e raddrizza prima di Pecco; Marc Marquez ha una percorrenza di curva più scorrevole di Pecco; Enea Bastianini ha un ingresso più perentorio di Pecco. Eppure alla fine, sulla pista del Mugello, entrambe le gare le ha vinte Pecco.

Federico Trombetti
Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Crash Pirro CIV Mugello 2024-min

Crash Pirro CIV Mugello 2024. C’è ancora domani

0
Gara 1 del CIV 2024 al Mugello termina con un crash per il leader di campionato Michele Pirro. Tanta pressione, ma nulla di irreparabile. Il...
CIV Mugello 2024-min (1)

CIV Mugello 2024: la valle della vita

0
Questo fine settimana, il CIV 2024 si trova al Mugello per il 3° appuntamento della stagione. La pista è davvero incredibile. Il Mugello ospita il...
Addio Guido Mancini-min

Addio Guido Mancini. Il mago della moto…e dei piloti

0
L'estate che ci sta per aggredire la pelle si apre con una brutta notizia: dobbiamo dire addio a Guido "Mago" Mancini, spentosi ad 85...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.