mercoledì, Maggio 22, 2024
HomeSportMotoGPCome inizierà il 2024 di Pedro Acosta in Qatar? Ricordiamoci che...

Come inizierà il 2024 di Pedro Acosta in Qatar? Ricordiamoci che…

Questo 2024 vedrà il Campione del Mondo di Moto2 in carica (e di Moto3 nel 2021) Pedro Acosta debuttare in MotoGP: come se la caverà in Qatar?

La MotoGP 2024 in Qatar trova anche Pedro Acosta

Il rookie maravilla che solo 3 anni fa era mattatore esordiente della Moto3, quest’anno correrà in MotoGP. Nel frattempo, è stato Campione del Mondo per 2 volte e, detta di diversi colleghi, sembra avere l’approccio giusto anche per la MotoGP. Una guida abbastanza aggressiva in frenata e capace di traiettorie alternative in bagarre (cosa che lo accomuna a Marc Marquez, Valentino Rossi, Fabio Quartararo etc.).

Ma nella MotoGP odierna non è solo questione di talento puro. Ci sono altri fattori da tenere sott’occhio.

Centrale spaziale

Abituato alle agricole Moto3 e poi alle relativamente semplici Moto2, una volta salito in MotoGP, Pedro si sarà sentito come a bordo di un aereo. Il cockpit è pieno di regolazioni, informazioni e parametri da gestire. Un pilota non può fossilizzarsi solo sul dare gas: le gomme hanno una finestra di utilizzo ben più ristretta e difficile da capitalizzare.

Soprattutto, bisogna dare agli ingegneri ed ai tecnici dei feedback ancor più completi ed accurati. Non dubitiamo affatto che il pilota di Mazarròn ne sarà capace, ma chiaramente servirà del tempo.

Fattore campo

In Qatar, Pedro Acosta ha compiuto due miracoli. Alla sua prima gara nel Motomondiale è arrivato secondo, dopo aver tenacemente lottato con avversari feroci. Divincolandosi nel frastuono delle scie che da sempre caratterizzano la classe d’accesso. Alla seconda gara, ha vinto partendo dai box. Rannicchiato nel cupolino della sua KTM è stato inesorabile.

Non possiamo certo affidarci alla carezza della memoria, ma può darsi che la pista a lui cara per diversi motivi possa dargli ulteriore motivazione. Stesso effetto fa il Sachsenring a Marc Marquez, il Mugello a Pecco Bagnaia, Brno a Max Biaggi, Donington a Loris Capirossi etc.

Vai e divertiti!

Questo è il mood con il quale Pedro Acosta affronterà il weekend. Guida una KTM RC16 che, per quanto competitiva, non è all’altezza della Ducati. Non ha una reputazione da difendere in questa classe. E, ultimo ma non ultimo, corre per un team satellite. La condizione ideale per un debuttante in una nuova classe.

Non c’è un mezzo da dover sviluppare, una linea guida precedentemente stabilita da affiancare al rendimento agonistico, ne la pressione di dover portare a casa il risultato. Dovrà entrare in pista e srotolare il gas. Io vi dico che lo farà ed arriverà ragionevolmente 8° o 9°. Lo diciamo da Giovedì.

Federico Trombetti
Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

CFMoto 500SR Voom-min

CFMoto 500SR Voom. Leggete che motore ha!

0
CFMoto ed il tuner Modena40 lanciano la 500SR Voom: un progetto eclettico, forse indefinito, ma molto fascinoso. E poi con quel motore... CFMoto 500SR Voom:...

Royal Enfield Him-E. Praticamente una Himalayan elettrica che…

0
Royal Enfield ufficializza la produzione della Him-E: una versione elettrica della fortunata Himalayan che arriverà nel 2027. D'altronde ce la ricordiamo dallo scorso EICMA. Royal...
Honda Africa Twin radar telecamere-min

Sulla Honda Africa Twin arrivano la telecamera ed i radar

0
Africa Twin è il non plus ultra della moto versatile, per giunta prodotta da Honda: e se vi dicessimo che adesso avrà anche una...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.