mercoledì, Maggio 22, 2024
HomeSportMotoGPRitiro Bagnaia MotoGP Francia 2024. Ma che si fa così?

Ritiro Bagnaia MotoGP Francia 2024. Ma che si fa così?

Al 2° giro della Sprint Race della MotoGP 2024 in Francia, Pecco Bagnaia è costretto al ritiro. O meglio, sceglie lui di ritirarsi. Non sarebbe proprio leale.

Bagnaia e il suo ritiro nella MotoGP 2024 in Francia

La partenza di Pecco Bagnaia nella Sprint Race non è stata buona. La moto si è imbizzarrita, impennata, non consentendogli di scaricare a terra i cavalli. Gli avversari lo hanno superato in scioltezza, relegandolo sul filo della zona punti. Cosa fare a questo punto? Logica direbbe: “testa bassa e recuperare”.

Ma la sua Ducati non sembra collaborare. E infatti, dopo l’ennesimo tentativo di sorpasso, vediamo l’attuale Campione del Mondo in carica andare larghiiissimo. Poi nella ghiaia, poi ai box. La sua Sprint Race finisce qui. Pur senza evidenti guasti meccanici. Ma allora…

“Si ride in pubblico…

E si piange in privato”. Così insegna la saggezza popolare. Nel team Ducati Lenovo hanno seguito questo prezioso consiglio. Davide Tardozzi si è scusato pubblicamente a nome di tutta la squadra per non aver dato a Pecco una moto competitiva. Il pilota piemontese ha fatto capire che a farlo rientrare non è stato una rottura meccanica, ma di altro…

Alla fine: sbattersi, rischiare la pelle, per portare a casa qualche misero punticino non è dev’esser stata una proposta allettante per il giovane Pecco. E finché sulla sella c’è lui, non abbiamo tanto su cui sindacare. Men che meno dal divano di casa.

Almeno fallo per loro

C’è però una cosa che i piloti non dovrebbero mai dimenticare. Il rispetto di chi lavora per loro giorno e notte, anima e corpo, per creare le condizioni affinché la Domenica ci sia qualcosa da festeggiare. Domanda: vi è sembrato che Pecco ne abbia tenuto conto ritirandosi prematuramente ieri pomeriggio? E soprattutto, foste voi tra quei tecnici, come vi sareste sentiti?

Discorsi che ovviamente lasciano il tempo che trovano ed il tempo è un nastro che non possiamo riavvolgere. Ma da esso possiamo imparare come ragioni un pilota. Nella sua testa, brutto da dirsi, in alcuni momenti non c’è posto per altro che non sia il loro ego. Chi vive accanto a loro lo sa e lo accetta consapevolmente.

Federico Trombetti
Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

CFMoto 500SR Voom-min

CFMoto 500SR Voom. Leggete che motore ha!

0
CFMoto ed il tuner Modena40 lanciano la 500SR Voom: un progetto eclettico, forse indefinito, ma molto fascinoso. E poi con quel motore... CFMoto 500SR Voom:...

Royal Enfield Him-E. Praticamente una Himalayan elettrica che…

0
Royal Enfield ufficializza la produzione della Him-E: una versione elettrica della fortunata Himalayan che arriverà nel 2027. D'altronde ce la ricordiamo dallo scorso EICMA. Royal...
Honda Africa Twin radar telecamere-min

Sulla Honda Africa Twin arrivano la telecamera ed i radar

0
Africa Twin è il non plus ultra della moto versatile, per giunta prodotta da Honda: e se vi dicessimo che adesso avrà anche una...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.