sabato, Marzo 2, 2024
HomeNewsSBK Argentina. Rea si vendica nella Superpole Race

SBK Argentina. Rea si vendica nella Superpole Race

Dopo la piazza d’onore ottenuta in Gara 1, in favore di Alvaro Bautista, Rea si vendica vincendo con buon margine la Superpole Race della SBK in Argentina: un format introdotto ad inzio stagione, che prevede una manche supplementare tra Gara 1 e Gara 2. Una gara sprint di 10 giri, in cui non c’è tempo di studiare, analizzare, preparare una strategia a lungo termine: gas senza remore è quì l’unico imperativo. Da segnalare l’auspicato miglioramento delle condizioni atmosferiche e quindi dell’asfalto. Oggi tutti i piloti hanno preso parte alla gara.

Bautista ci riprova, Rea non abbassa la guardia

La conquista del 5° Titolo Mondiale consecutivo non ha certo placato la fame agonistica di Jonathan Rea che, dopo il 2° posto di Gara 1, sembra motivato a ribadire le ragioni del numero “1” sul cupolino della sua Kawasaki. Parte con il coltello tra i denti, si porta in testa e ripropone dal suo repertorio la consueta “fuga solitaria”. Alle sue spalle ha Alvaro Bautista motivato a ripetere la performance di Gara 1 e deve spingere al 101% per proteggersi, come testimonia un epic save in stile Marc Marquez.  Rea chiude in testa la Superpole Race, con un giro veloce in 1:37.462 (contro l’1:37.834 del Ducatista).

Razgatlioglu sul podio della SBK in Argentina

Che si tratti di breve o lunga distanza, al trotto o al galoppo, Razgatlioglu giunge sempre più spesso sul podio. A differenza di Gara 1, durante la Superpole Race non sembra avere quel Quid in più per insidiare il 2° (in questo caso, Bautista).  Ciò non significa che guidi “a risparmio”, a giudicare dalle scintille provenienti dallo slider del suo stivale: citazione involontaria di Troy Bayliss che guidava a busto eretto ma piegava la moto fino a grattare l’asfalto con le pedane.

Davies in linea con il 2018

Medaglia di legno per Chaz Davies che ricalca la prestazione ottenuta nella prima manche del 2018. A sua parziale e relativa scusante, un minor feeling con il nuovo asfalto, derivante però dalla spontanea decisione di non prender parte a Gara 1.

Yamaha non brilla nella SBK in Argentina

Dopo lo schieramento “dimezzato” di Gara 1, cui hanno preso parte solo gli ufficiali Van der Mark e Lowes, in Superpole Race hanno risposto all’appello anche Cortese e Melandri. Sostanzialmente, la situazione al traguardo non è cambiata: 5° Lowes; 6° Van der Mark; 7° Cortese. Il distacco totalizzato dagli ufficiali in Superpole Race, appare più che dimezzato, nella misura in cui lo siano anche i giri della gara.

Ducati e Kawasaki emergono con i migliori

Veder monopolizzato il podio dalle rosse di Borgo Panigale e le verdi di Akashi può far pensare ad un divario tecnico eccessivo ed iniquo tra loro ed i concorrenti. In realtà, scorrendo l’ordine di arrivo, notiamo i piloti Kawasaki così disposti: 8° Haslam; 10° Mercado; 11° Torres; miglior sorte non è toccata agli alfieri Ducati: 13° Laverty (al suo apice agonistico, Vicecampione del Mondo tanto in SS che in SBK); 14 Rinaldi; ciò conferma quanto il feeling tra pilota veloce e mezzo performante non sia mai scontato.

Nessuna sorpresa nella SBK in Argentina

La pur audace Superpole Race in Argentina non ha evidenziato sorprese: una volta raggruppati i piloti al via, è bastato tirare un paio di marce per ristabilire le abituali distanze tra podio e retrovie, congiunti dai soliti comprimari.

Federico Trombetti
Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Mercato moto Febbraio 2024. +20% signore e signori

0
Il mercato moto e scooter di Febbraio 2024 chiude al +20% rispetto allo stesso mese del 2023. Più responsabili gli scooter che le moto. Il...
Moto3 Classe 500 Jerez - 80-min

Bella la Classe 500…ma a Jerez la Moto3 va più forte

0
Durante gli ultimi test a Jerez di Moto3 e Moto2, è stata ristabilita una piccola gerarchia tra le odierne 4 tempi e la vecchia...
meccanico Yamaha

Diventa meccanico Yamaha. La prima scuola per chi vuole lavorare in pista

0
Hai sempre desiderato diventare un meccanico del team Yamaha? Questa potrebbe essere l'occasione giusta. Yamaha Motor ha annunciato ufficialmente la continuazione della collaborazione con...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.