giovedì, Giugno 30, 2022
HomeNewsSBK Qatar. Un inespugnabile Rea vince Gara 1

SBK Qatar. Un inespugnabile Rea vince Gara 1

Siamo all’appuntamento della SBK in Qatar: l’ultimo della stagione 2019. Il Titolo Mondiale è già stato assegnato a Jonathan Rea, a coronamento di una stagione ricca di colpi di scena; Bautista, dalla sua, ha già consolidato il 2° posto in classifica; in ballo c’è la lotta per il 3° posto iridato tra gli alfieri Yamaha, Lowes (321 punti) e Van Der Mark (314), con Toprak Ratzgatlioglu (304) alle loro spalle.

Rea inespugnabile in Gara 1 della SBK in Qatar

Jonathan Rea vince Gara 1 e lo fa nella maniera che preferisce: perentorio, in solitaria, inespugnabile. Scatta “a molla” dalla Pole Position detta il proprio ritmo. Non gli manca il pungolo di un veloce Alex Lowes prima, e di un ispirato Chaz Davies poi, ma quando il suo vantaggio tende a scemare, il britannico non si innervosisce e, nonostante qualche leggera sbavatura sul finale, vince l’ennesima gara della stagione. Indisturbato.

Ducati rincorre

Nella SBK in Qatar, la Rossa di Borgo Panigale sembra destinata a rincorrere. Il veloce destriero con cui Bautista ha conquistato le prime 11 gare del 2019,  da qualche gara sembra in affanno nei confronti delle rivali giapponesi: un motore insuperabile sui rettilinei ma qualche problema di guidabilità e qualche errore da parte dei suoi piloti l’hanno ridimensionata. Bautista scatta (non benissimo) dalla 7° casella e, dopo una rimonta furibonda giunge 4° al traguardo. Chaz Davies, partito addirittura dalla 12° posizione, martella senza sosta, fino ad agguantare il gruppo dei primi. Giunto alle spalle di Lowes, lo supera senza sforzo e ci sarebbero gli estremi cronometrici per una potenziale lotta per la vittoria con Jonathan Rea, come negli anni passati. Ma l’alfiere Ducati preferisce amministrare il suo vantaggio su Lowes e portare a casa un bel 2° posto.

Yamaha continua a confermarsi nella SBK in Qatar

La supersportiva di Iwata, continua a confermare il suo equilibrio anche in Qatar. Lowes parte 2° e nei primi giri sfrutta l’ottima guidabilità della sua R1 per non lasciar scappare Rea. Mentre quest’ultimo viaggia “in controllo”, Alex è al limite, come dimostrerà nei giri successivi. Chiuderà la gara in 3° posizione, sopravanzato anche da Chaz Davies.  Se l’assalto alle posizioni più importanti è avvenuto pacatamente, c’è stata una bagarre avvincente tra Haslam e Van Der Mark per il 5° posto. I due piloti non si sono risparmiati staccate aggressive in fondo al rettilineo e sorpassi in piena percorrenza nei veloci curvoni di Losail. Leon vince al fotofinish la “lotta interna” con Van Der Mark e alle loro spalle troviamo un veloce Loris Baz, in sella alla Yamaha R1 del team Ten Kate.

Razgatlioglu sbaglia, Sykes cade

Razgatlioglu dopo aver preso parte attivamente a questa bagarre, esagera e va fuori pista: riesce a riprendere la gara,arrivando 11°. Dura un solo giro la gara di Tom Sykes: il pilota britannico commette un errore alla staccata della curva 1 ,compromettendo la sua gara con una caduta perentoria.
Questa prima manche, ha ulteriormente confermato i valori in campo e sta mantenendo viva la lotta per il 3° posto in Campionato. Una lotta destinata a risolversi tra i diapason di casa Yamaha.

Federico Trombetti
Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Aprilia All Stars 2020

Aprilia vincitrice del Love Brands 2022.

0
Aprilia vince il Love Brands 2022: un contest che premia i brand più amati nelle varie nazioni. Ed in Italia, la casa veneta è...
Auguri Alex Marquez

Alex Marquez in Ducati nel 2023. Allarme rosso per Honda?

0
Alex Marquez arriverà in Ducati nel team Gresini a partire dal 2023. Una rivoluzione coopernicana nel complesso meccanismo che vede legati da sempre la...
Lv8 World Ducati Week 2022

Lv8 Elevate al World Ducati Week 2022

0
Siete pronti per l'evento più adrenalinico ed emozionante della stagione motociclistica? Anche quest'anno ci sarà Lv8 Elevate al World Ducati Week 2022 e "sosterrà"...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.