mercoledì, Maggio 22, 2024
HomeSportMotoGPStoner sul Regolamento MotoGP 2027: "cambiamenti inutili"

Stoner sul Regolamento MotoGP 2027: “cambiamenti inutili”

Casey Stoner boccia su tutta la linea il regolamento della MotoGP in atto dal 2027. A suo dire, troppa tecnica e poca componente umana. E se lo dice lui…

Regolamento MotoGP 2027 iniquo per Casey Stoner

Il 2 volte Campione del Mondo di MotoGP ha chiara la sua idea di motociclismo. Cresciuto sullo sterrato e con mezzi spesso di fortuna, spostatosi sulla velocità si è sempre adattato a mezzi spesso non competitivi, team privati e condizioni sub-ottimali.

Se da un lato questo lo ha portato a non vincere quanto meritava, peraltro causandogli diverse fratture, dall’altro ha affinato la sua capacità di adattamento. Si sale in sella e si tira dal giro d’ingresso, sia la sua moto la più competitiva delle Honda HRC o la più scadente delle Aprilia private.

Generatore di fenomeni

A detta di Casey, che pure ci ha vinto più di chiunque altro, la MotoGP 800 è stata un fallimento che ha scontentato tutti (e neppure Valentino Rossi ne era contento). E qualsiasi riduzione delle prestazioni non fa che calmierare verso il basso il livello della classe.

Casey Stoner #27:

“L’unico provvedimento che mi piace del nuovo regolamento è l’abolizione dell’abbassatore. Tutto il resto mi sembra un peggioramento. Ma lavorare su delle moto così sarà molto più gratificante per gli ingegneri.”

Esatto, il buon Casey non ha mai avuto nella politica la sua dote migliore. Ma a noi piace così: schietto, diretto e lapidario quando serve.

E se avesse anche ragione?

Nella sua severità, il Campione australiano si è sempre espresso in maniera coerente. Ed attinente ai fatti. Diceva che una MotoGP così robotica e tecnicamente complessa avrebbe sfornato una marea di Campioni? Così è stato. Pensava che imbottire i mezzi di elettronica avrebbe livellato le prestazioni di velocissimi fuoriclasse a quelle dei migliori? I fatti gli hanno dato ragione.

Parallelamente ci chiediamo: adesso che la tecnica ha raggiunto dei livelli tanto elevati, cosa si può fare? Ha razionalmente senso tornare indietro? E soprattutto, cosa ne sarà di tutti i provvedimenti atti a sostenere una MotoGP tanto tecnologica? Casey ed i piloti della sua stessa scuola hanno la loro idea.

Federico Trombetti
Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

CFMoto 500SR Voom-min

CFMoto 500SR Voom. Leggete che motore ha!

0
CFMoto ed il tuner Modena40 lanciano la 500SR Voom: un progetto eclettico, forse indefinito, ma molto fascinoso. E poi con quel motore... CFMoto 500SR Voom:...

Royal Enfield Him-E. Praticamente una Himalayan elettrica che…

0
Royal Enfield ufficializza la produzione della Him-E: una versione elettrica della fortunata Himalayan che arriverà nel 2027. D'altronde ce la ricordiamo dallo scorso EICMA. Royal...
Honda Africa Twin radar telecamere-min

Sulla Honda Africa Twin arrivano la telecamera ed i radar

0
Africa Twin è il non plus ultra della moto versatile, per giunta prodotta da Honda: e se vi dicessimo che adesso avrà anche una...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.