lunedì, Maggio 16, 2022
HomeNewsMotoSuzuki GSX-R750 SRAD. Il Team Classic pronto per l’endurance vintage

Suzuki GSX-R750 SRAD. Il Team Classic pronto per l’endurance vintage

Ritorna alla luce, grazie al Team Classic Suzuki, una vecchia ma tanto apprezzata supersportiva degli anni ’90. E’ la Suzuki GSX-R750 SRAD del 1996 che prenderà parte alle corse internazionali dedicate alle moto classiche.

Suzuki GSX-R750 SRAD e l’endurance

Suzuki ai tempi aveva schierato la tanto amata SRAD nelle gare di endurance; ora sono passati ben 25 anni dal suo debutto ma la squadra classic ha preservato la sua essenza, riuscendo ad adeguarla nei contenuti alle esigenze dei nostri giorni.

Su questa stupenda (a parer nostro) GSX-R750 SRAD, è montata una frizione a secco antisaltellamento Suzuki, un generatore più leggero, un cambio del tutto nuovo a sei marce, una coppa in magnesio e un’immancabile scarico Yoshimura con silenziatore in titanio.

Suzuki GSX-R750 SRAD

Gli aggiornamenti

Aggiornate ovviamente le sospensioni, che non rimangono quelle dei tempi passati, ma sulla forcella e sull’ammortizzatore hanno messo mano i tecnici esperti di K-Tech. Il forcellone originale si è visto sostituire con uno più lungo, andando a guadagnare in stabilità durante la percorrenza in curva.

Di stile retrò l’impianto frenante, con pinze Brembo (non monoblocco) e dischi Earls; il tutto montato su cerchi bianchi OZ.

Numerose parti realizzate a mano

Sono molte le parti realizzate su misura e internamente dal Team Suzuki Classic, a partire dalle piastre della forcella con tre morsetti, le pedane poggiapiedi, i foderi forcella e la carrozzeria in kevlar e carbonio.

A colpire a prima vista è decisamente la livrea, ispirata alle moto endurance, con la più classica delle sponsorizzazioni Lucky Strike e che noi veterani associamo alla mitica RGV 500 GP del pilota Kevin Schwantz.

La Suzuki GSX-R750 SRAD prende il posto della XR69 F1 della squadra britannica e guidata da Michael Dunlop nel Classic TT e durante gli eventi che si terranno nel 2022.

Per lei sono attesi due giorni di test sulla pista di Cartagena, in Spagna, dove lo stesso Michael Dunlop la porterà in pista prima di metterla a confronto con le sue più vecchie rivali dell’epoca.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Suzuki nuovi progetti 2023

Suzuki accantona la MotoGP per nuovi progetti nel 2023

0
Come ben sappiamo, Suzuki non parteciperà alla MotoGP nel 2023 e si dedicherà a nuovi progetti per la clientela stradale. Decisione saggia? Quali saranno i...
Mir Rins MotoGP Le Mans 2022

Mir e Rins MotoGP Le Mans 2022: 2 errori casuali?

0
Mir e Rins cadono entrambi nella gara di MotoGP 2022 a Le Mans. Il fatto che Suzuki abbia inaspettatamente annunciato il ritiro a fine...
Bagnaia MotoGP Le Mans 2022

Bagnaia MotoGP Le Mans 2022: non si va a cadere così!

0
Pecco Bagnaia cade nella gara di MotoGP Le Mans 2022 e probabilmente dice addio alle speranze iridate. Un errore davvero fatale, considerata l'agguerrita concorrenza....

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.