mercoledì, Maggio 22, 2024
HomeSportMotoGPTest MotoGP 2024 Qatar Day 1. Bagnaia entra convinto

Test MotoGP 2024 Qatar Day 1. Bagnaia entra convinto

Pecco Bagnaia chiude in testa il Day 1 dei test MotoGP 2024 in Qatar. 2° Jorge Martin che non molla la presa seguito da Aleix Espargaro. E tutti gli altri?

Day 1 dei test MotoGP 2024 in Qatar

Oggi si arriva su un altro tracciato. Pista fredda (ossia, poco gommata) e soprattutto, un pelo diversa da Sepang. C’è sempre una carreggiata ampia, che favorisce diversi tipi di linee, tutte efficaci. Ma la velocità media è sensibilmente più alta. Trattandosi di curve che aprono di più, possono essere anticipate.

Ed essendoci accelerazioni più pronunciate, anche gambe e addominali vengono sollecitati. Ma soprattutto, viene sollecitato il motore: sul rettilineo principale si toccano i 360 km/h.

Nuvola rossa

Non è quella dell’aereo di qualche sceicco locale. Bensì la Ducati Desmosedici di Pecco Bagnaia che registra un bell’1:52.040″ (vedrete che domani si abbasserà il record). Dietro di lui, Jorge Martin prova a seguirlo, ma incassa già 2 decimi. E per il team mate Enea Bastianini c’è già mezzo secondo di ritardo.

Il team VR46 batte il Gresini Marquez. Nel primo caso, troviamo un Fabio Di Giannantonio 5° e Marco Bezzecchi 11° (ma con 62 tornate all’attivo contro le 41 del romano). Nel secondo caso, Alex è 7° a mezzo secondo, mentre Marc paga quasi 1″ pieno dalla vetta. Ma ogni volta che si cambierà pista, faticherà.

Prezzemolo

Le Aprilia finiscono sempre nel mezzo. Soprattutto quella di Aleix Espargaro che oggi chiude in 3° posizione. Non tanto più in la Maverick Vinales che invece è 6°. Top speed allineate: significa che l’aerodinamica lavora bene.

Piuttosto bene Raul Fernandez, 12° al suo rientro, mentre fatica da morire Miguel Oliveira 21° a quasi 2″. Da Sepang sta facendo una fatica immane e qualora questo trend dovesse proseguire, faticherà il suo manager a collocarlo.

Alla fine della fiera…

Honda sta meglio di Yamaha. Niente per cui strapparsi i capelli, sia chiaro. Tra Johann Zarco 9° e Luca Marini 18° c’è Joan Mir in 13° posizione e Takaaki Nakagami in 17°. Distacchi tra i 6 decimi ed il secondo pieno. Forse, si sta andando nella direzione della percorrenza a centro-curva: area nella quale Mir e Zarco sono molto efficaci, soprattutto nello stretto.

Niente più percorrenza per Yamaha, invece. Da quando il prototipo di Iwata ha iniziato a recuperare trazione (da qui una velocità massima elevata), la celebre guidabilità nel misto del suo 4 in linea è peggiorata. 10° Fabio Quartararo e 19° Alex Rins ad oltre un secondo e mezzo.

Brad toast

KTM fa un passetto indietro rispetto alla Malesia. Posto che i test vadano letti come tali (il primo giorno, poi…), Brad Binder spreme la RC16 e porta a casa il 4° tempo di oggi. Per il resto, la squadra è indietro. 14° Jack Miller ad oltre 8 decimi seguito da Pedro Acosta.

Il già 2 volte Campione del Mondo fece impressione su questa pista nel 2021: vinse la sua seconda gara in Moto3 partendo ultimo dai box. Un successo incredibile. Ma con la MotoGP, il raccordo delle curve 10-11-12 dev’essere spaventoso.

Test MotoGP 2024 Qatar – Classifica del Day 1

  1. Pecco Bagnaia: 1:52.040′
  2. Jorge Martin: +0.220′
  3. Aleix Espargaro: +0.292′
  4. Brad Binder: +0.296′
  5. Fabio Di Giannantonio: +0.427′
  6. Maverick Vinales: +0.455′
  7. Alex Marquez: +0.516′
  8. Enea Bastianini: +0.549′
  9. Johann Zarco: +0.592′
  10. Fabio Quartararo: +0.597′
  11. Marco Bezzecchi: +0.759′
  12. Raùl Fernandez: +0.774′
  13. Joan Mir: +0.783′
  14. Jack Miller: +0.856′
  15. Pedro Acosta: +0.898′
  16. Marc Marquez: +0.919′
  17. Takaaki Nakagami: +1.168′
  18. Luca Marini: +1.393′
  19. Alex Rins: +1.602′
  20. Augusto Fernandez: +1.715′
  21. Miguel Oliveira: +1.903′
  22. Michele Pirro: +2.469′
  23. Cal Crutchlow: +2.471′
Federico Trombetti
Federico Trombetti
Federico Trombetti nasce in provincia di Roma nel 1992. Il suo paese sorge in prossimità di un aeroporto e forse nasce da qui la sua passione per i viaggi. Studente perenne di qualsiasi argomento gli capiti a tiro, ha 3 grandi amori: la Scrittura, nella quale si cimenta dal 1° anno di liceo, con poesie e brevi componimenti, sino a scrivere il suo primo romanzo a 17 anni e il secondo a 22 (magari un giorno li pubblicherà…); la Filosofia; i Motori, per i quali spende buona parte del suo denaro e del suo tempo libero. A 10 anni nasce l’amore per il motociclismo, a 14 il primo motorino, a 22 la prima giornata in pista. Qualche gara amatoriale e la costante voglia di migliorarsi. Grande appassionato di Musica, Cinema, Teatro e Cucina. Non sopporta i luoghi comuni, gli alcolici e la filosofia del “tutto o niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

CFMoto 500SR Voom-min

CFMoto 500SR Voom. Leggete che motore ha!

0
CFMoto ed il tuner Modena40 lanciano la 500SR Voom: un progetto eclettico, forse indefinito, ma molto fascinoso. E poi con quel motore... CFMoto 500SR Voom:...

Royal Enfield Him-E. Praticamente una Himalayan elettrica che…

0
Royal Enfield ufficializza la produzione della Him-E: una versione elettrica della fortunata Himalayan che arriverà nel 2027. D'altronde ce la ricordiamo dallo scorso EICMA. Royal...
Honda Africa Twin radar telecamere-min

Sulla Honda Africa Twin arrivano la telecamera ed i radar

0
Africa Twin è il non plus ultra della moto versatile, per giunta prodotta da Honda: e se vi dicessimo che adesso avrà anche una...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.