lunedì, Agosto 15, 2022
HomeSportMotoGPVIDEO: MotoGP VS SBK ad Aragon. Rossi contro Razgatlioglu

VIDEO: MotoGP VS SBK ad Aragon. Rossi contro Razgatlioglu

Dopo il primo confronto tra derivate di serie e prototipi volevate la controprova? Eccovi accontentati, con una nuova comparativa MotoGP VS SBK ad Aragon. Questa volta, i 2 piloti scelti non sono accomunati dal dominio dei rispettivi campionati ma semplicemente dall’azienda: Yamaha. L’imperituro Valentino Rossi sulla Yamaha M1 per la MotoGP e l’astro nascente della SBK, Toprak Razgatlioglu sulla sua R1.

Fatte le dovute proporzioni

La location di questa sfida è il tracciato di Aragon, caratterizzato da un layout tra i più completi del calendario. Curve a medio raggio da raccordare, un curvone veloce, un cavatappi in stile Laguna Seca ed un rettilineo chilometrico. Bisogna adattarsi a tutte queste situazioni, trovando un compromesso per il setting. Il record per le MotoGP è di 1:46.635′, fatto da Marquez nel 2015; in SBK, Bautista ha invece girato in 1:49.049′ nel 2019. Sul rettilineo non c’è storia: le MotoGP superano i 345 km/h, le SBK toccano i 320. Nessuno dei 2 guida con uno stile moderno, ma entrambi sono abili nel trovare traiettorie alternative.

MotoGP VS SBK ad Aragon: Via!

Non appena inizia il giro, notiamo che il punto di staccata della curva 1 coincide con la linea del traguardo per entrambi: quando si vuole chiudere il giro buono della qualifica, si va anche un pelo lunghi. Nelle prime 3 curve, MotoGP e SBK vanno abbastanza uguali. Ma ecco che, al primo accenno di rettilineo, Valentino rifila metri a Toprak. Il cambio di direzione nel cavatappi è più rapido con la MotoGP; con la SBK avviene più dolcemente. nella velocissima curva 6, Valentino guadagna spazio su Toprak.
All’ingresso sul rettilineo, Rossi raddrizza rapidamente la sua M1 per scaricare a terra i suoi 250 cv (e forse anche alcuni in più); Razgatlioglu affronta la variante con maggiore velocità, per aiutare l’accelerazione della sua R1, su un rettilineo lungo quasi quanto il suo cognome. Entrambi spigolano l’ultima curva veloce, che affrontano in 3° marcia a medio regime. In uscita, Valentino salta sul cordolo esterno; Toprak è più conservativo. Probabile che l’elettronica SBK, giocoforza meno raffinata, tagli più potenza.
La posizione in sella è simile, con i sederi mediamente esposti. Toprak mantiene il busto all’interno, mentre invece Valentino lo protende verso il punto di corda. Alla fine, anche stavolta la MotoGP batte la SBK, per la gioia dei detrattori delle derivate di serie. Poichè il rapporto tra i prezzi delle 2 moto è circa 1/20, ci può stare.
 
 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Bastianini Martin Ducati ufficiale-min

Bastianini o Martin: chi ci va sulla Ducati ufficiale?

0
Dopo il GP di Austria, Ducati annuncerà il nome del pilota che andrà a sostituire Jack Miller nel team ufficiale: Enea Bastianini o Jorge...
Fabio Quartararo Honda

Limiti di peso e altezza in MotoGP e WorldSBK: sarebbero necessari?

0
Negli ultimi tempi si discute l'introduzione di limiti di peso e altezza in MotoGP e WorldSBK. In campionati così tirati, ogni minimo dettaglio è...
Variatore Polini Yamaha XMax 125-min

Variatore Polini per Yamaha XMax 125: più brio

0
E' in vendita il nuovo variatore Polini Maxi Hi-speed per dare allo scooter Yamaha XMax 125 un maggior spunto in tutte le situazioni. Anche...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.