mercoledì, Dicembre 1, 2021
HomeAccessoriAbbigliamentoVircos Racer 1. Tuta intera in pelle da MotoGP

Vircos Racer 1. Tuta intera in pelle da MotoGP

-

La Zoom Review di oggi è dedicata alla tuta intera da moto Vircos Racer 1, della linea bespoke racing gear.

Un prodotto Made in Italy, dedicato a noi smanettoni, amanti della pista, sempre alla ricerca del miglior tempo sul giro, delle bagarre e delle staccate al limite. 

Una tuta dedicata sia al pilota professionista, all’amatore o anche al semplice motociclista che vuole sentirsi più sicuro in sella alla propria moto. 

Com’è fatta la tuta Vircos Racer 1

Vircos arriva da un’esperienza nel settore, nella produzione di tute, di ormai trent’anni. Tutti i modelli prima di essere messi in vendita, vengono prima testati dai loro piloti MotoGP e WorldSBK.

Le tute in pelle sono tutte realizzate su misura e completamente personalizzabili; lavorate a mano e studiate e progettate insieme al cliente.

Il modello Racer 1, top di gamma di Vircos, è realizzato al 100% con pelle di canguro conciata in Italia; questo permette di avere una tuta estremamente morbida, leggera e molto elastica. Ma c’è la possibilità di poter scegliere anche un materiale combinato, composto da bovino e canguro.

Il comfort

La tuta è completamente traforata, a garanzia di una buona traspirabilità, utile soprattutto nei mesi estivi. Il comfort viene facilitato da alcune aree elasticizzate, presenti all’altezza del collo (doppiato in neoprene), nelle zone sotto il braccio, dal cavallo fino all’interno della gamba.

I bordi su polsi e caviglie sono realizzati con tessuto 3D mesh, a garantire una maggiore aerazione in queste aree, chiusi all’estremità da un tessuto resistente all’abrasione.

Protezioni e sicurezza

Otto le protezioni presenti sulla tuta; su spalle, braccia e gambe, tutte omologate e di Livello 2. Con la possibilità di poter integrare all’interno il para costole. 

La gobba sul retro, oltre a garantire una protezione dorsale, è stata studiata per creare una linea unica con il casco, al fine di evitare le turbolenze e gli ondeggiamenti della testa. Predisposizione all’interno per la camel-bag.

Racer 1 è compatibile con il sistema air bag Tech Air di Alpinestars. Infine slider e saponette sono tutte facilmente intercambiabili.

Dettagli

La cura dei dettagli, da parte di Vircos, la si nota anche nelle cuciture, praticamente tutte uguali, resistenti e sempre a filo della tuta. Ma anche all’interno del ginocchio, dove è presente uno speciale grip che evita che evita lo sfregamento della tuta sul serbatoio. All’interno della tuta è presente una fodera, antibatterica, con inserti elasticizzati.

Cosa ci è piaciuto?

Solo indossandola abbiamo apprezzato subito la vestibilità. Ottimo il comfort e la facilità di movimento. Siamo rimasti piacevolmente colpiti dalla particolare cura di ogni singolo dettaglio.

Cosa non ci è piaciuto?

Per i difetti, se mai ce ne saranno, ci riserviamo di aspettare di poterla testare in pista per potervi offrire un riscontro più completo.

Taglie e prezzo

Racer 1, compatibile con Tech Air Alpinestras, costa 2.090 euro, il modello GP12 compatibile con Tech Air viene 1.890 euro, mentre i modelli Racer con pelle combinata vengono 1.590 euro. Tutti i prezzi sono compresi di grafiche personalizzate. 

Thomas Bressani
Thomas Bressani vive e nasce a Milano nel 1983, città di cui ne sente strettamente i legami. Per lui tutte le strade portano, ed escono per fortuna, da questa città. Affascinato da tutto ciò che lo circonda e dal mondo creativo, frequenta il liceo artistico e succesivamente l'Accademia di Belle Arti di Brera a Milano. Appassionato di Design, Arte, Grafica, Fotografia e Sport. E' a quest'ultimo a cui dedica buona parte del suo tempo libero, dopo un passato da playmaker nell'Olimpia Milano, si dedica al Taekwondo come atleta agonista e istruttore, arrivando a diplomarsi cintura nera di II Dan. Appassionato sin da ragazzino al mondo delle due ruote, la sua prima presa di contatto avviene a 14 anni con il primo motorino, da li in poi la crescita avviene naturale, 125, 600 e 1000 saranno le moto che lo accompagneranno nella sua vita. Non sopporta il passato di verdure, le code in auto, quelli che "voglio ma non posso" e chi parla troppo di prima mattina.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

GUARDA ANCHE

Benelli TRK 800 2022. Rilasciato il primo video teaser

0
Di lei, della nuova Benelli TRK 800 2022, sappiamo già qualcosa. Per esempio che deriva dalla sorella gemella cinese QJ Motor SRG750, su cui...
Aprilia Tuareg 660 guida

Guidabilità Aprilia Tuareg 660. Tutte le novità

0
Per alimentare l'attesa degli appassionati, la Casa di Noale ha pubblicato sul proprio canale YouTube un video che mostra nei dettagli la guidabilità di...

Dettagli Aprilia Tuareg 660. Caratteristiche tecniche e motore

0
Aprilia ha pubblicato un nuovo video su YouTube dove vengono raccontati questa volta tutti i dettagli dell'Aprilia Tuareg 660, dove vengono elencati tutti i...