mercoledì, Dicembre 6, 2023
HomeNewsMotoVoge RR 666 S: sapete cosa vi diciamo?

Voge RR 666 S: sapete cosa vi diciamo?

Voge pensa ad una supersportiva, stavolta molto esplicita: la RR 666 S. Un garbato bluff od una trovata geniale? Ci sarebbe da provarla. Intanto. ecco qualche dato.

Ma quant’è bella questa Voge RR 666 S!

Il design è preso pari pari dalla 525: la sportivetta amica di tutti che tanto piace ai possessori di patente A2. Ma qui siamo su un altro livello. L’anteriore più puntuto e aggressivo deve molto all’impostazione più racing. La posizione in sella è lievemente più caricata sull’anteriore, in linea con le crescenti prestazioni rispetto alla sorella minore.

Insomma, l’estetica riesce a confondere abbastanza gli aficionados delle supersportive, giustamente saturi di spendere cifre sempre più elevate. Ma è ora di salire in sella.

Dentro c’è tutto

Se state aspettando la nuova Voge al varco della ciclistica, beccatevi questa componentistica. Sospensioni KYB che, per inciso, vengono utilizzate anche dalla concorrenza ben più blasonata (Kawasaki ZX-6R 636) e potente (Yamaha R1). E se finora doveste avere ancora qualche dubbio, sappiate che gli pneumatici sono Pirelli Diablo Rosso Corsa. Per intenderci, gomme che vanno bene anche in pista, così come i freni Brembo.

Voge RR 666 S-min

Il motore è un 4 cilindri in linea da 666 cc capace di oltre 100 cv a 13.500 giri. Meglio sfruttarli in pista. L’architettura piuttosto convenzionale garantisce minori vibrazioni rispetto a motori meno frazionati (2 o 3 cilindri).

Sorridere sempre!

Ovviamente, non si tratta solo di avere una bella ciclistica ed un motore potente. Qui c’è anche una dotazione completa che include anche: ABS; goniometro per controllare l’angolo di piega; cronometro per monitorare i tempi sul giro in pista. Ve lo diciamo subito: questa moto non debutterà mai in SSP (è già fuori cilindrata), ma 2 pieghe in pista ci vengono bene.

Molti si chiedono cosa spinga ad investire su un settore apparentemente senza futuro (anche per via dei costi elevati). Dar la colpa alla passione è riduttivo? Dopotutto anche Bryan Adams diceva: “Don’t tell me is not worth trying for” (non dirmi che non sia utile provarci).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Marc Marquez cadute-min (1)

Marc Marquez: ma perché gli si augurano cadute?

0
Il 2024 di Marc Marquez in Ducati non è neppure cominciato e già gli haters italici auspicano per lui delle cadute. Ma che gusto...
FIM Awards 2023-min

FIM Awards 2023: ma quanta Ducati c’è?

0
Lo scorso Sabato sera a Liverpool si è tenuto il FIM Awards 2023: una cena di Gala contenente i Campioni del Mondo dell'anno. E...
MotoGP Jorge Lorenzo

MotoGP Jorge Lorenzo: “Scommetto su Marc Marquez campione del mondo”

0
In molti pensano che il pilota di Cervera possa tornare ad essere un osso duro per tutti il prossimo anno. Tra questi c’è l'ex...

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato ogni settimana su tutte le ultime news.