lunedì, Agosto 10, 2020
Home Altre News Suzuki GSX-S750. In vendita a 700 euro in meno

Suzuki GSX-S750. In vendita a 700 euro in meno

Fino al prossimo 30 settembre si potrà approfittare di un’opportunità che rende accessibile tutta la gamma della Suzuki GSX-S750. Grazie anche al contributo dei concessionari, la Suzuki GSX-S750 standard può essere acquistata ora al prezzo di 7.990 Euro franco concessionario anziché a 8.690 Euro.
La riduzione di 700 Euro è praticata anche sull’allestimento sportivo Yugen Carbon, il cui prezzo fino a fine mese è dunque di 8.390 Euro f.c., e sugli esemplari depotenziati, che sono dedicati ai titolari di patente A2 e sono venduti sempre allo stesso prezzo di quelli full power.
L’offerta si completa con le varianti Z di tutte le versioni, la cui suggestiva colorazione opaca Nero Mat comporta una maggiorazione di 100 Euro.

Meccanica e ciclistica della Suzuki GSX-S750

La sagoma atletica e il disegno slanciato, della GSX-S750, la fanno sembrare proiettata in avanti anche quando è ferma e il suo codino sfuggente si contrappone al compatto serbatoio. Le sovrastrutture mettono in evidenza il motore, il telaio e una componentistica pregiata, a loro volta protagonisti della linea.
Il motore a quattro cilindri è un’evoluzione stradale di quello della GSX-R750 del 2005 e sancisce un legame con il mondo delle competizioni. Omologato Euro 4, ha una potenza massima di 84 kW (114 cv), che diventano 35 nella versione depotenziata A2.
La GSX-S750 vanta consumi sempre contenuti, con una percorrenza media di 20,4 km/l nel ciclo WMTC.
Attorno a questo motore compatto gli ingegneri Suzuki hanno creato un telaio leggero e robusto. La ciclistica è completata da un monoammortizzatore regolabile e da una forcella KYB a steli rovesciati da 41 mm. Ad essa sono fissate potenti pinze freno Nissin, che agiscono su dischi flottanti a margherita da 310 mm sotto il controllo dell’immancabile sistema ABS.
La dotazione standard della GSX-S750 include un controllo elettronico della trazione regolabile e disattivabile e due dispositivi esclusivi: il Suzuki Easy Start System e il Low RPM Assist. Il primo consente di avviare il motore sfiorando semplicemente il pulsante di start e il secondo stabilizza il regime al rilascio della frizione in partenza e quando si viaggia al minimo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

VIDEO: Contatto tra Zarco ed Espargaro. Penalità giusta?

0
Nel GP di Brno, KTM ha sorpreso per la sua velocità. Oltre a Brad Binder che ha vinto la gara, Pol Espargaro...
Andrea Dovizioso sulla gara di Brno

Andrea Dovizioso sulla gara di Brno: “Tanti problemi”

0
Dopo un 18° posto in qualifica ed un 11° in gara, Andrea Dovizioso dice la sua sulla gara di Brno. Le ore...
Valentino Rossi sulla gara di Brno

Valentino Rossi sulla gara di Brno: “Mi sono divertito”

0
La gara di Brno è stata sorprendente sotto diversi punti di vista: la pole di Johann Zarco, la vittoria di Brad Binder...